Argomento NDRANGHETA

Il Mese dell'Antimafia in Parlamento - Venti di cambiamenti

Roma 17 marzo 2014 - 1h 17' 47"
Immagine della scheda
Da 18 anni marzo è il mese in cui si ricordano tutte le vittime innocenti delle mafie. La Commissione parlamentare Antimafia promuove tre incontri per fare memoria di una storia tragica ma anche ricca di impegno e speranze e per conoscere meglio le mafie e l'antimafia. Tre appuntamenti per riflettere sui nuovi profili di mafia ndrangheta e camorra, promuovere la cultura della legalità e rinnovare l'attenzione del Parlamento nella sfida ai poteri criminali. Questo è il terzo appuntamento, con il quale si ricorda don Peppino Diana, parroco di Casal di Principe ucciso dalla camorra 20 anni fa, il 19 marzo 1994, dopo le sue ripetute iniziative pastorali contro i clan camorristi. L'incontro è stato preceduto dall'anteprima della fiction RAI "Per amore del mio popolo", sulla vita di Don Giuseppe Diana

'Ndrangheta che odia le donne

Roma 11 marzo 2014 - 2h 25' 16"
Immagine della scheda
Secondo appuntamento del Mese dell'Antimafia in Parlamento. La Commissione Parlamentare Antimafia, che a Marzo ricorda tutte le vittime innocenti delle mafie, celebra l'8 marzo con un incontro dedicato alla riflessione sui femminicidi per mano delle mafie e sui rapporti di potere tra donne e uomini nella criminalità organizzata. Nell'ambito dell'evento la presentazione dei libri "Fimmine ribelli. Come le donne salveranno il paese dalla 'Ndrangheta" di Lirio Abbate (Rizzoli ed.) e "Banditie schiave. I femminicidi" di Arcangelo Badolati e Giovanni Pastore (Luigi Pellegrini Editore)

Intervista a Claudio Ricci sulla chiusura del Cafè de Paris di Roma

RADIO 10 marzo 2014 - 7' 17"
Intervista a Claudio Ricci sulla chiusura del Cafè de Paris di Roma Claudio Ricci - funzionario della Filcams CGIL di Roma - parla della chiusura del locale simbolo della "dolce vita" di Roma, il "Cafè de Paris", che nel 2009 era stato sequestrato alla 'ndrangheta. Il Tribunale di Reggio Calabria, dopo un periodo di gestione del locale, nel 2013 aveva deciso di cedere la gestione dell'azienda. Nel frattempo il proprietario ha ottenuto lo sfratto esecutivo per il mancato pagamento dell'affitto, mentre i 16 lavoratori "storici" sono stati licenziati a dicembre
INTERVISTA

Carcere duro: le ragioni inconfessabili

Firenze 1 marzo 2014 - 2h 28' 55"
Carcere duro: le ragioni inconfessabili IV Sessione del ciclo di Seminari sul carcere organizzati dalla Scuola per la Formazione degli Avvocati Penalisti della Camera Penale di Firenze dal titolo: "Il carcere, che pena. Corso di aggiornamento sull'esecuzione penale"
DIBATTITO - Evento organizzato da
135 pagine
Syndicate content