“Cultura e ospitalità del mondo straniero in Italia”

Pubblicato il 30 Maggio 2011

Roma 28 Maggio 2011 Piazza di Porta S. Giovanni

In collaborazione con il Sindacato nazionale GGIL, le Associazioni-Culturali dei popoli migranti a Roma, come Somalia (Associazione-Italo-Somala “Comunità Internazionale e Africana”- A.I.S.C.I.A/AISCIA): Perù, Guatamela, Médio-Oriente , Santo-Domingo, Ecuador e tanti altri che operano nel mondo del sociale e culturale, erano presenti, nella piazza, per costruire insieme un mondo fatto di dialogo. Unica giornata e prima Edizione –28 Maggio 2011.

Tutti alla ricerca di un miglioramento della loro condizione d’integrazione, per facilitare l’inserzione, nel tessuto sociale italiano, dei loro concittadini, di cui molti nati in Italia. Guardando d’ora in avanti, verso una forma nuova, di accoglienza, di civiltà e di convivenza, che ormai in questo paese, era di rito e che oggi è diventata una altra realtà…

Sono stranieri che parlano con una sola voce, rivolgendo il loro appello umano e dignitoso, al dialogo, portano la pace da spartire fra tutti i popoli del mondo, senza distinzione di razza o di religione…

Tante le sorprese culinarie, legate ai loro cibi, degustazioni. Questa gente, di provenienze diverse, che offrono con generosità e rispetto i loro alimenti. Insomma, un miscuglio di popoli variopinto, che offrono la voglia di vivere, con gioia e con tutti…

Nel tardo pomeriggio intorno a una esibizione nel piccolo parco, nelle vicinanza di S. Giovanni, a Piazza di Porta S. Giovanni, dietro la statua di San-Francesco di Assisi, dove si svolgeva la manifestazione, oltre alle mostre, alcuni gruppi di giovani nati e cresciuti in Italia ed altri Sudamericani, hanno scaldato l’atmosfera con musica e balli tradizionali con delle messe in scena e coreografie uniche.

Straordinari e fantastici i balli rituali, legati e che ricordano le loro usanze e le loro terre. Donne, uomini e bambini vestiti con magnifici colori dei loro tipici costumi, sistematicamente rigorosi dei loro popoli, hanno danzato intorno al cerchio centrale della piazza circostante, incrociandosi, o separandosi, per riprendere una magnifica decorazione, con colori abbaglianti.

Molti erano i curiosi o semplici turisti, che insieme si sono Impegnati, per tante ore, a ballare in compagnia a tutta la gente, questa bellissima musica detta “caliente” dei tropici, fino alla chiusura della serata di questa festa, sperando un nuovo giorno, a tutti coloro che vi hanno partecipato, di potersi ritrovare di nuovo.

Interviste ai protagonisti:

Mariam Mohamed Assan e un associato somaloMariam Mohamed Assan e un associato somalo

Mariam Mohamed Hassan Presidentessa-Assoc. Somala AISCIA-Italia www.aiscia.com mmhassan@libero.it

Carlos QuirozCarlos Quiroz

Carlos Quiroz vicepresidente Sugeidy Ferreras vicepresidente dell’Associazione Peruviana in Italia

Silvia IoliSilvia Ioli

Silvia Ioli Segreteria-CGIL Roma-Lazio Italia

Silvia Ioli e Mariam Mohamed AssanSilvia Ioli e Mariam Mohamed Assan

Suare Mendès Stand- Santo-Dominingo E Guatemala (Cuore del Mondo Maya)

Argomenti: