Legge 7 agosto 1990, n.230 "Contributi alle imprese radiofoniche private che abbiano svolto attività di informazione di interesse generale"

7 agosto 1990

(pubblicata in Gazzetta Ufficiale n.187 in data 11 agosto 1990)

La camera dei deputati ed il Senato della Repubblica hanno approvato;

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

PROMULGA

La seguente legge:

Art. 1

1. Entro il 31 marzo di ciascuno degli anni 1991 e 1992 e, per il 1990, entro trenta giorni dalla data di entrata in vigore della presente legge, a cura del Dipartimento per l’informazione e l’editoria della Presidenza del Consiglio dei ministri, di cui alla legge 5 agosto 1981, n.416, è corrisposto un contributo in conto capitale rispettivamente di lire 120 milioni per il 1990, lire 100 milioni per il 1991 e lire 100 milioni per il 1992 per ciascun impianto di diffusione radiofonica che, sulla base della documentazione di cui all’articolo 2 del decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 15 settembre 1987, n.410, risulti essere stato utilizzato per diffondere i propri programmi nell’intero triennio 1986-1988, alle imprese radiofoniche private che nei primi tre anni successivi all’entrata in vigore dell’articolo 11 della legge 25 febbraio 1987, n.67, abbiano:
1. trasmesso quotidianamente propri programmi informativi su avvenimenti politici, religiosi, economici, sociali, sindacali o letterari per non meno di nove ore comprese tra le ore sette e le ore venti;
2. utilizzato esclusivamente per la diffusione dei propri programmi, in ciascuno dei tre anni, almeno 60 impianti di trasmissione ubicati in almeno 35 province e in almeno 14 regioni italiane e che, quantomeno nel terzo anno, abbiano esteso il numero di impianti al 50 per cento delle province e all’85 per cento delle regioni;
3. usufruito delle agevolazioni e dei rimborsi di cui al comma 1 o dei contributi di cui al comma 2 dell’articolo 11 della citata legge n.67 del 1987.

2. Condizione per la corresponsione dei contributi di cui al comma 1 è l’impegno delle imprese a rispettare nel quinquennio 1990-1994 le condizioni previste alle lettere a) e b) del comma medesimo. Tale impegno deve essere comunicato entro sei mesi dalla data di entrata in vigore della presente legge al Dipartimento per l’informazione e l’editoria della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Art. 2

1. All’onere derivante dall’applicazione della presente legge, valutato in lire 7 miliardi e 700 milioni per l’anno finanziario 1990, in lire 6 miliardi e 150 milioni per l’anno finanziario 1991, in lire 6 miliardi e 150 milioni per l’anno finanziario 1992, si provvede mediante corrispondente riduzione dello stanziamento iscritto, ai fini del bilancio triennale 1990-1992, al capitolo 9001 dello stato di previsione del Ministero del tesoro, a tal fine utilizzando quote parti dell'accantonamento "Rifinanziamento della legge n.41 del 1986, articolo 11, comma 16, per la realizzazione di centri commerciali all'ingrosso".

2. Il Ministro del tesoro è autorizzato ad apportare, con propri decreti, le occorrenti variazioni di bilancio.

La presente legge, munita del sigillo dello Stato, sarà inserita nella Raccolta ufficiale degli atti normativi della Repubblica italiana. E’ fatto obbligo a chiunque spetti di osservarla e di farla osservare come legge dello Stato.

Data a Roma, addì 7 agosto 1990

COSSIGA

ANDREOTTI, Presidente del Consiglio dei Ministri

VISTO, il Guardasigilli: VASSALLI

Lavori preparatori Senato della Repubblica (atto n. 1245): presentato dal sen. Bernardi ed altri il 27 luglio 1988. Assegnato all'ottava commissione (lavori pubblici), in sede referente, il 9 novembre 1988, con parere della commissione prima. Esaminato dall'ottava commissione, in sede referente, il 22 novembre 1989, 14 dicembre 1989. Assegnato nuovamente all'ottava commissione, in sede deliberante, il 18 dicembre 1989. Esaminato dall'ottava commissione, in sede deliberante, e approvato il 17 gennaio 1990, in un testo unificato con atto n. 1388 (Senesi ed altri). Camera dei deputati (atto n. 4509): assegnato alla IX Commissione (trasporti), in sede legislativa, il 14 febbraio 1990, con parere della commissione II. Esaminato dalla IX commissione e approvato il 10 luglio 1990.