13 OTT 1998
intervista

Il governo Prodi ha autorizzato l'uso delle basi militari italiane per un intervento Nato nel Kosovo; La campagna del Partito Radicale transnazionale e l'iniziativa votata dal Parlamento Europeo per l'incriminazione del leader serbo Milosevic di fronte al tribunale penele internzionale per i crimini nell'ex Jugoslavia

INTERVISTA | di Alessandro Caforio - RADIO - 00:00 Durata: 1 sec
A cura di Andrea Maori
Player
Il governo Prodi ha autorizzato l'uso delle basi militari italiane per un intervento Nato nel Kosovo; La campagna del Partito Radicale transnazionale e l'iniziativa votata dal Parlamento Europeo per l'incriminazione del leader serbo Milosevic di fronte al tribunale penele internzionale per i crimini nell'ex Jugoslavia.

"Il governo Prodi ha autorizzato l'uso delle basi militari italiane per un intervento Nato nel Kosovo; La campagna del Partito Radicale transnazionale e l'iniziativa votata dal Parlamento Europeo per l'incriminazione del leader serbo Milosevic di fronte al tribunale penele
internzionale per i crimini nell'ex Jugoslavia" realizzata da Alessandro Caforio con Maurizio Gasparri (AN).

L'intervista è stata registrata martedì 13 ottobre 1998 alle ore 00:00.

Nel corso dell'intervista sono stati discussi i seguenti temi: Albania, Balcani, Clinton, Criminalita', Diritti Umani, Forze Armate, Genocidio, Giustizia, Governo, Italia, Kosovo, L'ulivo, Milosevic, Minoranze, Nato, Onu, Osce, Parlamento, Partito Radicale, Penale, Prc, Prodi, Rugova, Serbia, Serbia, Tribunale Internazionale, Usa.

leggi tutto

riduci