26 GEN 1999
intervista

L'Italia potrebbe essere il primo paese a ratificare il Tribunale penale internazionale permanente contro i crimini di guerra dopo la Conferenza di Roma che ha approvato lo Statuto costitutivo: il provvedimento è in discussione presso la Commissione Giustizia ed Esteri del Senato; Il provvedimento "antiracket" in discussione in Commissione Giustizia del Senato; Il dibattito all'interno del Ppi

INTERVISTA | di Alessio Falconio - ROMA - 00:00 Durata: 19 min
A cura di Andrea Maori
Player
L'Italia potrebbe essere il primo paese a ratificare il Tribunale penale internazionale permanente contro i crimini di guerra dopo la Conferenza di Roma che ha approvato lo Statuto costitutivo: il provvedimento è in discussione presso la Commissione Giustizia ed Esteri del Senato; Il provvedimento "antiracket" in discussione in Commissione Giustizia del Senato; Il dibattito all'interno del Ppi.

"L'Italia potrebbe essere il primo paese a ratificare il Tribunale penale internazionale permanente contro i crimini di guerra dopo la Conferenza di Roma che ha approvato lo Statuto costitutivo: il
provvedimento è in discussione presso la Commissione Giustizia ed Esteri del Senato; Il provvedimento "antiracket" in discussione in Commissione Giustizia del Senato; Il dibattito all'interno del Ppi" realizzata da Alessio Falconio con Jas Gawronsky (FI), Francesca Scopelliti (FI), Michele Pinto (PPI), Pietro Milio (LISTA PANNELLA).

L'intervista è stata registrata martedì 26 gennaio 1999 alle 00:00.

Nel corso dell'intervista sono stati discussi i seguenti temi: Associazioni, Bonino, Criminalita', Diritti Umani, Estorsioni, Finanziamenti, Giustizia, Guerra, Italia, Letta, Marini, Onu, Parlamento, Partito Radicale, Partito Radicale, Penale, Polemiche, Ppi, Senato, Tribunale Internazionale, Usura.

La registrazione audio ha una durata di 19 minuti.

leggi tutto

riduci