21 FEB 1999

Aggiornamento sulla situazione in Kosovo; L'andamento del negoziato che si sta svolgendo a Rambouillet, in Francia, sulla situazione in Kosovo

COLLEGAMENTO | di Lanfranco Palazzolo - RADIO - 00:00 Durata: 6 min
A cura di Andrea Maori
Player
Aggiornamento sulla situazione in Kosovo; L'andamento del negoziato che si sta svolgendo a Rambouillet, in Francia, sulla situazione in Kosovo.

Registrazione audio di "Aggiornamento sulla situazione in Kosovo; L'andamento del negoziato che si sta svolgendo a Rambouillet, in Francia, sulla situazione in Kosovo", registrato domenica 21 febbraio 1999 alle 00:00.

Sono intervenuti: Antonio Russo (giornalista).

Sono stati discussi i seguenti argomenti: Albania, Albright, Autonomia, Balcani, Francia, Guerra, Jugoslavia, Kosovo, Milosevic, Minoranze, Nato, Pace, Pace, Russia, Serbia, Stragi, Usa.

La
registrazione audio ha una durata di 6 minuti.

leggi tutto

riduci

  • Antonio Russo

    giornalista

    intervento del redattore, 3' Qui il problema è che non si sa davvero cosa prevede Rambouillet sulla sol del Kosovo, sembrerebbe che a tempi finali, cioè da stanotte, per quanto riguarda la questione del Kosovo, cederà sulla questione dell'autonomia. Si cerca un apporccio morbido per cercare di convicere sulla scelta di questa opzione. Questo da un nuovo scenario e potrebbe allontanare l’intervento della NATO e quindi vedere come questa possa poi venire all'interno del Kosovo per controllare la situazione. Tuttavia Belgrado però è sempre sul No, per quanto riguarda la presenza della NATO in Kosovo e anche sulle forme alternative, come la presenza dell'Onu o degli osservatori internazionali. All’interno di questa discussione comunque Belgrado e l'esercito di Belgrado ha fatto ieri una serie di offensive nell’area di Podievo, di Prizren, di Malisevo ma soprattutto nell'area Suva Reka, c'è stata un'offesa fortissima dalle 4 di mattina alle 8 di sera, per fortuna non ci sono state vittime ma il bombardamento ha distrutto circa 60% delle case . Fortunatamente pare che gli osservatori venerdì scorso avessero avuto sentore di questo tipo di azione, sapevano di un grosso convoglio che si muovava da Pristina, e hanno indicato la possibilità di accentramento nell'area di Suva Reka, il che ha permesso agli abitanti di essere preparati. Alle 10 del mattino, durante l'apice del bombardamento, i profughi hanno iniziato a muoversi per recarsi agli altri villaggi vicini e sono circa 3200 i profughi evacuati che si sommano ai 1200 già presenti dai mesi precedenti. Ci sono grossi problemi per loro soprattutto per il rifornimento dei medicinali che non riescono a venir riforniti. L’esercito ha sparato anche contro le macchine degli osservatori che erano suilla posizione collinare superiore al villaggio attaccato da dove potevano avere la visibilità di tutta la situazione dell'area. Oggi quando siamo stati nel villaggio c'è stata una gran presenza di milizie che in maniera dichiarata provocavano gli osservatori. Ho visto parecchi carriarmati, ne ho contati almeno 6 , 2 ABG più diversi camion, più le milizie schierate in bella mostra con cecchini e soldati con binocoli che tenevano sottocchio l'area. Nonostante Rambouillet è chiaro che continuano le azioni di oppressione, di provocazione e controllo da parte dei serbi.
    0:00 Durata: 6 min