01 APR 1999
intervista

Guerra in Kosovo e in Serbia: i calciatori serbi che giocano nel campionato italiano scenderanno in campo con il lutto al braccio; La questione dell'informazione sulla guerra in Serbia e in Kosovo; Preoccupazione sulle sorti di Antonio Russo, corrispondente di Radio Radicale in Kosovo, che da ieri mattina non dà notizie

INTERVISTA | di Alessandro Caforio - RADIO - 00:00 Durata: 3 sec
A cura di Andrea Maori
Player
Guerra in Kosovo e in Serbia: i calciatori serbi che giocano nel campionato italiano scenderanno in campo con il lutto al braccio; La questione dell'informazione sulla guerra in Serbia e in Kosovo; Preoccupazione sulle sorti di Antonio Russo, corrispondente di Radio Radicale in Kosovo, che da ieri mattina non dà notizie.

"Guerra in Kosovo e in Serbia: i calciatori serbi che giocano nel campionato italiano scenderanno in campo con il lutto al braccio; La questione dell'informazione sulla guerra in Serbia e in Kosovo; Preoccupazione sulle sorti di Antonio Russo, corrispondente di Radio
Radicale in Kosovo, che da ieri mattina non dà notizie" realizzata da Alessandro Caforio con Gianfranco Dell'Alba (ARE), Marco Taradash (FI), Lorenzo Del Boca (giornalista).

L'intervista è stata registrata giovedì 1 aprile 1999 alle 00:00.

Nel corso dell'intervista sono stati discussi i seguenti temi: Aiuti Umanitari, Albania, Balcani, Bonino, Calcio, Genocidio, Giornalisti, Guerra, Informazione, Italia, Jugoslavia, Kosovo, Macedonia, Milosevic, Minoranze, Montenegro, Nato, Politica, Radio Radicale, Rai, Rifugiati, Russo, Serbia, Sport, Stragi, Televisione, Violenza.

leggi tutto

riduci