27 LUG 1999
intervista

La fuga di notizie contenute nel dossier dei Carabinieri sull'accusa a Gennaro Celentano per il sequestro della nipote Angela, scomparsa 3 anni fa, ha inquinato irreversibilmente le indagini e sarà punità. E' stato deciso ieri nel summit alla Procura di Torre Annunziata, dal procuratore Alfredo Ormanni, il pm titolare dell'inchiesta, Andrea Nocera e i Carabinieri; Lo sciopero degli avvocati e i quesiti referendari proposti dalla Lista Bonino

INTERVISTA | di Alessandro Caforio - RADIO - 00:00 Durata: 0 sec
A cura di Luca Bruno

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

La fuga di notizie contenute nel dossier dei Carabinieri sull'accusa a Gennaro Celentano per il sequestro della nipote Angela, scomparsa 3 anni fa, ha inquinato irreversibilmente le indagini e sarà punità.

E' stato deciso ieri nel summit alla Procura di Torre Annunziata, dal procuratore Alfredo Ormanni, il pm titolare dell'inchiesta, Andrea Nocera e i Carabinieri; Lo sciopero degli avvocati e i quesiti referendari proposti dalla Lista Bonino.

"La fuga di notizie contenute nel dossier dei Carabinieri sull'accusa a Gennaro Celentano per il sequestro della nipote Angela, scomparsa 3 anni fa, ha
inquinato irreversibilmente le indagini e sarà punità. E' stato deciso ieri nel summit alla Procura di Torre Annunziata, dal procuratore Alfredo Ormanni, il pm titolare dell'inchiesta, Andrea Nocera e i Carabinieri; Lo sciopero degli avvocati e i quesiti referendari proposti dalla Lista Bonino" realizzata da Alessandro Caforio con Giuseppe Frigo (avvocato).

L'intervista è stata registrata martedì 27 luglio 1999 alle ore 00:00.

Nel corso dell'intervista sono stati discussi i seguenti temi: Avvocatura, Costituzione, Giustizia, Informazione, Lista Bonino, Magistratura, Minori, Partito Radicale, Penale, Referendum, Sciopero, Segreto Istruttorio, Stampa.

leggi tutto

riduci