23 OTT 1999
intervista

Il Tribunale di Palermo ha assolto il senatore Giulio Andreotti dall'accusa di associazione mafiosa; la pubblica accusa aveva chiesto quindici anni di reclusione. La questione della gestione dei collaboratori di giustizia. Le critiche mosse da Magistratura Democratica ai quesiti referendari proposti dai radicali in materia di giustizia

INTERVISTA | di Lorena D'Urso - SORRENTO - 00:00 Durata: 0 sec
A cura di Luca Bruno

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

Il Tribunale di Palermo ha assolto il senatore Giulio Andreotti dall'accusa di associazione mafiosa; la pubblica accusa aveva chiesto quindici anni di reclusione.

La questione della gestione dei collaboratori di giustizia.

Le critiche mosse da Magistratura Democratica ai quesiti referendari proposti dai radicali in materia di giustizia.

"Il Tribunale di Palermo ha assolto il senatore Giulio Andreotti dall'accusa di associazione mafiosa; la pubblica accusa aveva chiesto quindici anni di reclusione. La questione della gestione dei collaboratori di giustizia. Le critiche mosse da Magistratura
Democratica ai quesiti referendari proposti dai radicali in materia di giustizia" realizzata da Lorena D'Urso con Giuseppe Gennaro (UNICOST), Vittorio Borraccetti (magistrato).

L'intervista è stata registrata sabato 23 ottobre 1999 alle ore 00:00.

Nel corso dell'intervista sono stati discussi i seguenti temi: Andreotti, Dc, Giustizia, Lista Bonino, Mafia, Magistratura, Md, Partito Radicale, Penale, Pentiti, Politica, Referendum.

La registrazione audio ha una durata di 10 minuti.

leggi tutto

riduci