18 FEB 2000
intervista

Giuliano Vassalli, in un'intervista rilasciata al quotidiano "Il Messaggero", si è espresso in merito alla decisione della Corte Costituzionale di dichiarare inammissibili quattordici dei ventuno quesiti referendari proposti dai radicali, da Alleanza Nazionale e dalla Lega Nord. La Corte europea dei diritti umani ha condannato l'Italia a causa dei disservizi e dei ritardi della giustizia italiana

INTERVISTA | di Alessio Falconio - ROMA - 00:00 Durata: 0 sec
A cura di Luca Bruno

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

Giuliano Vassalli, in un'intervista rilasciata al quotidiano "Il Messaggero", si è espresso in merito alla decisione della Corte Costituzionale di dichiarare inammissibili quattordici dei ventuno quesiti referendari proposti dai radicali, da Alleanza Nazionale e dalla Lega Nord.

La Corte europea dei diritti umani ha condannato l'Italia a causa dei disservizi e dei ritardi della giustizia italiana.

"Giuliano Vassalli, in un'intervista rilasciata al quotidiano "Il Messaggero", si è espresso in merito alla decisione della Corte Costituzionale di dichiarare inammissibili quattordici dei ventuno
quesiti referendari proposti dai radicali, da Alleanza Nazionale e dalla Lega Nord. La Corte europea dei diritti umani ha condannato l'Italia a causa dei disservizi e dei ritardi della giustizia italiana" realizzata da Alessio Falconio con Vincenzo Caianiello (professore).

L'intervista è stata registrata venerdì 18 febbraio 2000 alle ore 00:00.

Nel corso dell'intervista sono stati discussi i seguenti temi: Alleanza Nazionale, Corte Costituzionale, Corte Europea Dei Diritti Dell'uomo, Costituzione, Diritti Umani, Garantismo, Garanzie, Giustizia, Italia, Lista Bonino, Partito Radicale, Penale, Referendum, Unione Europea, Vassalli.

leggi tutto

riduci