16 MAR 2000
intervista

Nando Dalla Chiesa, deputato dei Verdi e figlio del Generale ucciso a Palermo nel 1982, ha chiesto un incontro al Capo dello Stato, dopo aver già visto Violante e aver scritto a Mancino, per protestare contro la "gestione scandalosa della Commissione stragi" che è "un gingillo nelle mani di Giovanni Pellegrino". L'approvazione del disegno di legge sulla privacy. Le imminenti elezioni regionali

INTERVISTA | di Alessio Falconio - RADIO - 00:00 Durata: 0 sec
A cura di Luca Bruno

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

Nando Dalla Chiesa, deputato dei Verdi e figlio del Generale ucciso a Palermo nel 1982, ha chiesto un incontro al Capo dello Stato, dopo aver già visto Violante e aver scritto a Mancino, per protestare contro la "gestione scandalosa della Commissione stragi" che è "un gingillo nelle mani di Giovanni Pellegrino".

L'approvazione del disegno di legge sulla privacy.

Le imminenti elezioni regionali.

"Nando Dalla Chiesa, deputato dei Verdi e figlio del Generale ucciso a Palermo nel 1982, ha chiesto un incontro al Capo dello Stato, dopo aver già visto Violante e aver scritto a Mancino, per
protestare contro la "gestione scandalosa della Commissione stragi" che è "un gingillo nelle mani di Giovanni Pellegrino". L'approvazione del disegno di legge sulla privacy. Le imminenti elezioni regionali" realizzata da Alessio Falconio con Giovanni Pellegrino (DS), Pietro Milio (LISTA PANNELLA).

L'intervista è stata registrata giovedì 16 marzo 2000 alle ore 00:00.

Nel corso dell'intervista sono stati trattati i seguenti temi: Brigate Rosse, Criminalita', Dalla Chiesa, Elezioni, Impresa, Lavoro, Lista Bonino, Mafia, Moro, Parlamento, Partito Radicale, Pellegrino, Politica, Privacy, Regioni, Riservatezza, Sanzioni, Stragi.

La registrazione audio ha una durata di 14 minuti.

leggi tutto

riduci