31 LUG 2000
intervista

Moshe Katsav, candidato dell'opposizione di destra, è il nuovo presidente d'Israele. Katsav ha battuto alla seconda votazione alla Knesset di Gerusalemme l'ex premier laburista Shimon Peres, ottenendo 63 voti, contro i 57 del Nobel per la pace. L'elezione di Katsav rappresenta una cocente sconfitta politica per il governo del premier laburista Ehud Barak

INTERVISTA | di Andrea Billau - RADIO - 00:00 Durata: 0 sec
A cura di Luca Bruno

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

Moshe Katsav, candidato dell'opposizione di destra, è il nuovo presidente d'Israele.

Katsav ha battuto alla seconda votazione alla Knesset di Gerusalemme l'ex premier laburista Shimon Peres, ottenendo 63 voti, contro i 57 del Nobel per la pace.

L'elezione di Katsav rappresenta una cocente sconfitta politica per il governo del premier laburista Ehud Barak.

"Moshe Katsav, candidato dell'opposizione di destra, è il nuovo presidente d'Israele. Katsav ha battuto alla seconda votazione alla Knesset di Gerusalemme l'ex premier laburista Shimon Peres, ottenendo 63 voti, contro i 57 del Nobel per la
pace. L'elezione di Katsav rappresenta una cocente sconfitta politica per il governo del premier laburista Ehud Barak" realizzata da Andrea Billau con Manuel Katz (giornalista).

L'intervista è stata registrata lunedì 31 luglio 2000 alle ore 00:00.

Nel corso dell'intervista sono stati trattati i seguenti temi: Barak, Elezioni, Governo, Israele, Katsav, Medio Oriente, Pace, Palestina, Palestinesi, Peres, Politica.

leggi tutto

riduci