02 AGO 2000
intervista

Alcuni detenuti del carcere romano di Rebibbia, malati di Aids, hanno deciso di digiunare e di rifiutare la somministrazione di farmaci per denunciare le precarie condizioni sanitarie in cui sono costretti a vivere

INTERVISTA | di Roberto Spagnoli - RADIO - 00:00 Durata: 0 sec
A cura di Luca Bruno

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

Alcuni detenuti del carcere romano di Rebibbia, malati di Aids, hanno deciso di digiunare e di rifiutare la somministrazione di farmaci per denunciare le precarie condizioni sanitarie in cui sono costretti a vivere.

"Alcuni detenuti del carcere romano di Rebibbia, malati di Aids, hanno deciso di digiunare e di rifiutare la somministrazione di farmaci per denunciare le precarie condizioni sanitarie in cui sono costretti a vivere" realizzata da Roberto Spagnoli con Eugenio Iafrate.

L'intervista è stata registrata mercoledì 2 agosto 2000 alle 00:00.

Nel corso dell'intervista sono stati discussi
i seguenti temi: Aids, Carcere, Digiuno, Medicina, Rebibbia, Salute, Sanita', Sciopero.

leggi tutto

riduci