05 OTT 2000
intervista

La Commissione europea ha deciso di avviare un procedimento formale d'indagine in relazione ai vantaggi fiscali accordati alle banche e alle fondazioni bancarie italiane, nel dubbio che tali misure, destinate a facilitare le fusioni e la ristrutturazione del sistema bancario italiano, possano costituire un aiuto di Stato non consentito dall'Unione Europea

INTERVISTA | di Claudio Landi - RADIO - 00:00 Durata: 0 sec
A cura di Luca Bruno

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

La Commissione europea ha deciso di avviare un procedimento formale d'indagine in relazione ai vantaggi fiscali accordati alle banche e alle fondazioni bancarie italiane, nel dubbio che tali misure, destinate a facilitare le fusioni e la ristrutturazione del sistema bancario italiano, possano costituire un aiuto di Stato non consentito dall'Unione Europea.

"La Commissione europea ha deciso di avviare un procedimento formale d'indagine in relazione ai vantaggi fiscali accordati alle banche e alle fondazioni bancarie italiane, nel dubbio che tali misure, destinate a facilitare le fusioni e la
ristrutturazione del sistema bancario italiano, possano costituire un aiuto di Stato non consentito dall'Unione Europea" realizzata da Claudio Landi con Luigi Grillo (FI).

L'intervista è stata registrata giovedì 5 ottobre 2000 alle 00:00.

Nel corso dell'intervista sono stati trattati i seguenti temi: Banche, Commissione Ue, Concorrenza, Credito, Economia, Euro, Finanza Pubblica, Fisco, Fondazioni, Fusione, Italia, Mercato, Moneta, Monti, Unione Europea.

La registrazione audio ha una durata di 5 minuti.

leggi tutto

riduci