28 SET 2000
intervista

Noti storici e scrittori laici hanno diffuso un "manifesto" per contestare i tentativi di parte cattolica "di denigrare il Risorgimento e i suoi uomini migliori"; l'iniziativa, firmata finora da una cinquantina di intellettuali, prende le mosse dalle recenti polemiche scatenate dal Meeting di Comunione e Liberazione contro il processo di unificazione nazionale e l'azione patriottica di Mazzini e Garibaldi e dalla beatificazione di Pio IX da parte di Giovanni Paolo II

INTERVISTA | di Lanfranco Palazzolo - RADIO - 00:00 Durata: 0 sec
A cura di Luca Bruno

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

Noti storici e scrittori laici hanno diffuso un "manifesto" per contestare i tentativi di parte cattolica "di denigrare il Risorgimento e i suoi uomini migliori"; l'iniziativa, firmata finora da una cinquantina di intellettuali, prende le mosse dalle recenti polemiche scatenate dal Meeting di Comunione e Liberazione contro il processo di unificazione nazionale e l'azione patriottica di Mazzini e Garibaldi e dalla beatificazione di Pio IX da parte di Giovanni Paolo II.

"Noti storici e scrittori laici hanno diffuso un "manifesto" per contestare i tentativi di parte cattolica "di denigrare il
Risorgimento e i suoi uomini migliori"; l'iniziativa, firmata finora da una cinquantina di intellettuali, prende le mosse dalle recenti polemiche scatenate dal Meeting di Comunione e Liberazione contro il processo di unificazione nazionale e l'azione patriottica di Mazzini e Garibaldi e dalla beatificazione di Pio IX da parte di Giovanni Paolo II" realizzata da Lanfranco Palazzolo con Massimo Scioscioli (DOTT), Marcello Veneziani (giornalista).

L'intervista è stata registrata giovedì 28 settembre 2000 alle 00:00.

Nel corso dell'intervista sono stati trattati i seguenti temi: Cattolicesimo, Chiesa, Comunione E Liberazione, Intellettuali, Italia, Laicita', Pio Ix, Polemiche, Politica, Religione, Risorgimento, Savoia, Storia, Vaticano.

leggi tutto

riduci