18 OTT 2001
intervista

L'assassinio del Ministro del turismo israeliano, Zeevi, pone nuovamente in discussione la nascita dello Stato Palestinese e la fine della guerra con Israele. L'attentato contro il Ministro Israeliano assume un significato particolare dopo gli attentati di New York e Washington e suscita preoccupazioni per la c.d. coalizione mondiale contro il terrorismo

INTERVISTA | di Claudio Landi - RADIO - 00:00 Durata: 11 min
A cura di Riccardo Arena
Player
L'assassinio del Ministro del turismo israeliano, Zeevi, pone nuovamente in discussione la nascita dello Stato Palestinese e la fine della guerra con Israele.

L'attentato contro il Ministro Israeliano assume un significato particolare dopo gli attentati di New York e Washington e suscita preoccupazioni per la c.d.

coalizione mondiale contro il terrorismo.

"L'assassinio del Ministro del turismo israeliano, Zeevi, pone nuovamente in discussione la nascita dello Stato Palestinese e la fine della guerra con Israele. L'attentato contro il Ministro Israeliano assume un significato particolare dopo
gli attentati di New York e Washington e suscita preoccupazioni per la c.d. coalizione mondiale contro il terrorismo" realizzata da Claudio Landi con Piero Ostellino (giornalista).

L'intervista è stata registrata giovedì 18 ottobre 2001 alle 00:00.

Nel corso dell'intervista sono stati trattati i seguenti temi: Afghanistan, Bin Laden, Bush, Crisi, Guerra, Integralismo, Islam, Israele, Medio Oriente, New York, Palestina, Talebani, Terrorismo, Terrorismo Internazionale, Usa, Violenza, Washington, Zeevi.

La registrazione audio ha una durata di 11 minuti.

leggi tutto

riduci