07 APR 2000

Secondo l'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni la trasmissione televisiva "Porta a porta", condotta da Bruno Vespa su Rai Uno, va considerata un programma di comunicazione politica, e quindi sottoposta alla legge sulla cosiddetta "par condicio". I radicali e i referendari manifestano davanti a Palazzo Chigi per l'aggiornamento delle liste elettorali in vista dei referendum del 21 maggio 2000

CONDUZIONE | di Dino Marafioti e Roberto Iezzi - RADIO - 00:00 Durata: 8 sec
A cura di Francesco Marcucci
Player
Secondo l'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni la trasmissione televisiva "Porta a porta", condotta da Bruno Vespa su Rai Uno, va considerata un programma di comunicazione politica, e quindi sottoposta alla legge sulla cosiddetta "par condicio".

I radicali e i referendari manifestano davanti a Palazzo Chigi per l'aggiornamento delle liste elettorali in vista dei referendum del 21 maggio 2000.

Registrazione audio di "Secondo l'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni la trasmissione televisiva "Porta a porta", condotta da Bruno Vespa su Rai Uno, va considerata un programma di
comunicazione politica, e quindi sottoposta alla legge sulla cosiddetta "par condicio". I radicali e i referendari manifestano davanti a Palazzo Chigi per l'aggiornamento delle liste elettorali in vista dei referendum del 21 maggio 2000", registrato venerdì 7 aprile 2000 alle 00:00.

Sono intervenuti: Mauro Paissan (VERDI), Massimo Baldini (FI), Daniele Capezzone (LISTA BONINO), Rita Bernardini (LISTA BONINO), Mario Segni (PATTO SEGNI), Emma Bonino (LISTA BONINO), Marco Taradash (FLD), Giuseppe Basini (AN).

Tra gli argomenti discussi: Amministrative, Comunicazione, Decreti, Diritto, Elezioni, Emigrati, Garante Comunicazioni, Governo, Informazione, Lista Bonino, Par Condicio, Parlamento, Partito Radicale, Politica, Rai, Televisione, Vespa, Vigilanza, Voto.

leggi tutto

riduci