05 MAG 2002
intervista

Un giovane di 22 anni di Umbertide (Perugia) si è suicidato dopo essere stato fermato con 28 grammi di hashish e aver passato una notte in una cella di sicurezza. Il Gip del Tribunale di Orvieto ha ordinato la scarcerazione di due persone checoltivavano canapa indiana riconoscendone il possibile uso terapeutico. Il caso di un giovane marocchino che ha scontato otto anni di carcere per la detenzione di una piccola quantità di droga

INTERVISTA | di Roberto Spagnoli - RADIO - 00:00 Durata: 9 min
A cura di Andrea Maori
Player
Un giovane di 22 anni di Umbertide (Perugia) si è suicidato dopo essere stato fermato con 28 grammi di hashish e aver passato una notte in una cella di sicurezza.

Il Gip del Tribunale di Orvieto ha ordinato la scarcerazione di due persone checoltivavano canapa indiana riconoscendone il possibile uso terapeutico.

Il caso di un giovane marocchino che ha scontato otto anni di carcere per la detenzione di una piccola quantità di droga.

"Un giovane di 22 anni di Umbertide (Perugia) si è suicidato dopo essere stato fermato con 28 grammi di hashish e aver passato una notte in una cella di
sicurezza. Il Gip del Tribunale di Orvieto ha ordinato la scarcerazione di due persone checoltivavano canapa indiana riconoscendone il possibile uso terapeutico. Il caso di un giovane marocchino che ha scontato otto anni di carcere per la detenzione di una piccola quantità di droga" realizzata da Roberto Spagnoli con Fausto Cerulli (avvocato).

L'intervista è stata registrata domenica 5 maggio 2002 alle 00:00.

Nel corso dell'intervista sono stati trattati i seguenti temi: Antiproibizionisti, Arresto, Carcere, Comunita' Terapeutiche, Droga, Eroina, Giovani, Giustizia, Legalizzazione, Magistratura, Partito Radicale, Penale, Procedura, Proibizionismo, Salute, Sanita', Sicurezza, Stampa, Suicidio, Tossicodipendenti, Umbria.

La registrazione audio ha una durata di 9 minuti.

leggi tutto

riduci