01 LUG 2002
intervista

Marco Pannella è al primo giorno di scipero della sete per protestare contro la mancata soluzione da parte del Parlamento della questione relativa ai c.d. seggi vacanti alla Camera dei Deputati. Le polemiche contro il Ministro dell'Interno Scajola, dopo la scoperta di nuove lettere dove in prof. Biagi chiedeva di essere protetto dalle forze dell'ordine poco prima di essere ucciso

INTERVISTA | di Claudio Landi - ROMA - 00:00 Durata: 32 min
Scheda a cura di Riccardo Arena
Player
Marco Pannella è al primo giorno di scipero della sete per protestare contro la mancata soluzione da parte del Parlamento della questione relativa ai c.d.

seggi vacanti alla Camera dei Deputati.

Le polemiche contro il Ministro dell'Interno Scajola, dopo la scoperta di nuove lettere dove in prof.

Biagi chiedeva di essere protetto dalle forze dell'ordine poco prima di essere ucciso.

"Marco Pannella è al primo giorno di scipero della sete per protestare contro la mancata soluzione da parte del Parlamento della questione relativa ai c.d. seggi vacanti alla Camera dei Deputati. Le polemiche contro
il Ministro dell'Interno Scajola, dopo la scoperta di nuove lettere dove in prof. Biagi chiedeva di essere protetto dalle forze dell'ordine poco prima di essere ucciso" realizzata da Claudio Landi con Natale D'Amico (MARGHERITA), Willer Bordon (MARGHERITA), Massimo Brutti (DS), Ottaviano Del Turco (SDI), Renato Schifani (FI).

L'intervista è stata registrata lunedì 1 luglio 2002 alle ore 00:00.

Nel corso dell'intervista sono stati discussi i seguenti temi: Berlusconi, Biagi, Brigate Rosse, Camera, Casa Delle Liberta', Casini, Ciampi, Costituzione, Crisi, Democrazia, Digiuno, Dimissioni, Elezioni, Governo, Interni, Istituzioni, Legge Elettorale, Ministeri, Nonviolenza, Pannella, Parlamento, Partiti, Pera, Politica, Polizia, Presidenza Della Repubblica, Radicali Italiani, Scajola, Scandali, Sciopero, Scorporo, Senato, Sete, Sicurezza, Stato, Terrorismo, Voto.

La registrazione audio ha una durata di 32 minuti.

leggi tutto

riduci