17 LUG 2003
intervista

La Corte europeadi Strasburgo ha condannato l'Italia per la violazionedella Convenzione dei diritti umani nei confronti di Bettino Craxi, accogliendo il ricorso nel quale si lamentava l'illegittimità dell'esecuzione delle intercettazioni telefoniche decise dallamagistratura italiana nei confronti dell'ex leader del Partito socialista italiano

INTERVISTA | di Alessio Falconio - ROMA - 00:00 Durata: 0 sec
Scheda a cura di Riccardo Arena

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

La Corte europeadi Strasburgo ha condannato l'Italia per la violazionedella Convenzione dei diritti umani nei confronti di Bettino Craxi, accogliendo il ricorso nel quale si lamentava l'illegittimità dell'esecuzione delle intercettazioni telefoniche decise dallamagistratura italiana nei confronti dell'ex leader del Partito socialista italiano.

"La Corte europeadi Strasburgo ha condannato l'Italia per la violazionedella Convenzione dei diritti umani nei confronti di Bettino Craxi, accogliendo il ricorso nel quale si lamentava l'illegittimità dell'esecuzione delle intercettazioni telefoniche
decise dallamagistratura italiana nei confronti dell'ex leader del Partito socialista italiano" realizzata da Alessio Falconio con Gaetano Pecorella (FI), Michele Vietti (UDC), Teodoro Buontempo (AN).

L'intervista è stata registrata giovedì 17 luglio 2003 alle ore 00:00.

Nel corso dell'intervista sono stati trattati i seguenti temi: Corte Europea Dei Diritti Dell'uomo, Craxi, Diritto, Intercettazioni, Italia, Legge, Magistratura, Processo Penale, Strasburgo.

La registrazione audio ha una durata di 6 minuti.

leggi tutto

riduci