01 OTT 2003
dibattiti

"E noi italiani? Le responsabilità italiane nella costruzione e nel finanziamento dell'oleodotto Baku-Tbilisi-Ceyhan nella regione del Caspio" - presentazione del libro organizzata dalla "Campagna per la riforma della Banca Mondiale" di Mani Tese aderente alla Rete Lilliput (presso la Fondazione Basso, via della Dogana Vecchia 5)

DIBATTITO | - ROMA - 00:00 Durata: 0 sec
Scheda a cura di Alessio Grazioli

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

"E noi italiani? Le responsabilità italiane nella costruzione e nel finanziamento dell'oleodotto Baku-Tbilisi-Ceyhan nella regione del Caspio" - presentazione del libro organizzata dalla "Campagna per la riforma della Banca Mondiale" di Mani Tese aderente alla Rete Lilliput (presso la Fondazione Basso, via della Dogana Vecchia 5).

Registrazione audio del dibattito dal titolo ""E noi italiani? Le responsabilità italiane nella costruzione e nel finanziamento dell'oleodotto Baku-Tbilisi-Ceyhan nella regione del Caspio" - presentazione del libro organizzata dalla "Campagna per la riforma della
Banca Mondiale" di Mani Tese aderente alla Rete Lilliput (presso la Fondazione Basso, via della Dogana Vecchia 5)", registrato a Roma mercoledì 1 ottobre 2003 alle ore 00:00.

Sono intervenuti: Antonio Tricarico (MANI TESE), Philippe Moser (avvocato), Daniele Scaglione (AMNESTY INTERNATIONAL), Kerim Yildin (avvocato), Ferat Kaya (DEAP).

Sono stati discussi i seguenti argomenti: Ambiente, Azerbaigian, Banca Centrale Europea, Banca Mondiale, Commissione Ue, Curdi, Democrazia, Diritti Civili, Diritti Umani, Diritto Internazionale, Economia, Eni, Etica, Finanziamenti, Geologia, Georgia, Giustizia, Guerra, Incidenti, Investimenti, Iraq, Italia, Lavoro, Legge, Mar Caspio, Mediterraneo, Petrolio, Polemiche, Privato, Riforme, Sicurezza, Societa', Sviluppo, Terrorismo, Turchia, Ue, Ue, Violenza.

La registrazione audio di questo dibatto ha una durata di 1 ora e 5 minuti.

leggi tutto

riduci