12 LUG 2002
intervista

Marco Pannella, dopo l'ennesima fumata nera di ieri in Parlamento, ha ricominciato lo sciopero della fame e minaccia lo sciopero della sete se entro martedì 15 luglio non si eleggeranno gli otto membri laici del Csm e non si troverà una soluzione per i seggi vacanti della Camera dei deputati

INTERVISTA | - TELENORBA - 00:00 Durata: 18 min
Scheda a cura di Valentina Pietrosanti

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

Marco Pannella, dopo l'ennesima fumata nera di ieri in Parlamento, ha ricominciato lo sciopero della fame e minaccia lo sciopero della sete se entro martedì 15 luglio non si eleggeranno gli otto membri laici del Csm e non si troverà una soluzione per i seggi vacanti della Camera dei deputati.

"Marco Pannella, dopo l'ennesima fumata nera di ieri in Parlamento, ha ricominciato lo sciopero della fame e minaccia lo sciopero della sete se entro martedì 15 luglio non si eleggeranno gli otto membri laici del Csm e non si troverà una soluzione per i seggi vacanti della Camera dei deputati" con
Marco Pannella (RAD).

L'intervista è stata registrata venerdì 12 luglio 2002 alle ore 00:00.

Nel corso dell'intervista sono stati discussi i seguenti temi: Biagi, Brigate Rosse, Camera, Casini, Costituzione, Csm, Digiuno, Diritto, Finanziamento Pubblico, Giachetti, Istituzioni, Lavoro, Legge Elettorale, Licenziamento, Moro, Nonviolenza, Pannella, Parlamento, Partiti, Partitocrazia, Polemiche, Politica, Radicali Italiani, Riforme, Scorporo, Sete, Statuto, Voto.

La registrazione audio ha una durata di 18 minuti.

leggi tutto

riduci