07 APR 2004
intervista

Lo sciopero della sete iniziato da Marco Pannella al fine di ripristinare la legalità per quanto concerne i poteri riconosciuti dalla costituzione al Presidente della Repubblica in tema di concessione della grazia. La Commissione parlamentare di vigilanza sul servizio radio e televisivo ha approvato l'emendamentoche impone l'obbligo del contraddittorio nei programmi diapprofondimento politico

INTERVISTA | di Alessio Falconio - ROMA - 00:00 Durata: 10 min
Scheda a cura di Riccardo Arena
Player
Lo sciopero della sete iniziato da Marco Pannella al fine di ripristinare la legalità per quanto concerne i poteri riconosciuti dalla costituzione al Presidente della Repubblica in tema di concessione della grazia.

La Commissione parlamentare di vigilanza sul servizio radio e televisivo ha approvato l'emendamentoche impone l'obbligo del contraddittorio nei programmi diapprofondimento politico.

"Lo sciopero della sete iniziato da Marco Pannella al fine di ripristinare la legalità per quanto concerne i poteri riconosciuti dalla costituzione al Presidente della Repubblica in tema di concessione
della grazia. La Commissione parlamentare di vigilanza sul servizio radio e televisivo ha approvato l'emendamentoche impone l'obbligo del contraddittorio nei programmi diapprofondimento politico" realizzata da Alessio Falconio con Carlo Giovanardi (UDC), Enzo Bianco (MARGHERITA), Giuseppe Giulietti (DS).

L'intervista è stata registrata mercoledì 7 aprile 2004 alle 00:00.

Nel corso dell'intervista sono stati discussi i seguenti temi: Berlusconi, Bompressi, Casa Delle Liberta', Castelli, Ciampi, Digiuno, Giustizia, Governo, Grazia, Ministeri, Nonviolenza, Pannella, Par Condicio, Parlamento, Partitocrazia, Presidenza Della Repubblica, Propaganda, Radio, Rai, Servizi Pubblici, Sete, Sofri, Televisione.

La registrazione audio ha una durata di 10 minuti.

leggi tutto

riduci