10 DIC 2003
intervista

Intervista a Sergej Kovalev, 73 anni, deputato della Duma, il più autorevole esponente di quella minoranza russa che fa sentire la sua voce ogni volta che i diritti umani vengono violati. A lui è passata la bandiera che fu del fisico nucleare Andrej Sakharov, morto nel 1989 (intervista raccolta in occasione del convegno "I giusti nei Gulag. Il valore della resistenza morale al totalitarismo sovietico" in corso a Milano presso il Teatro Parenti)

INTERVISTA | - MILANO - 00:00 Durata: 0 sec
Scheda a cura di Guido Mesiti

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

Intervista a Sergej Kovalev, 73 anni, deputato della Duma, il più autorevole esponente di quella minoranza russa che fa sentire la sua voce ogni volta che i diritti umani vengono violati.

A lui è passata la bandiera che fu del fisico nucleare Andrej Sakharov, morto nel 1989 (intervista raccolta in occasione del convegno "I giusti nei Gulag.

Il valore della resistenza morale al totalitarismo sovietico" in corso a Milano presso il Teatro Parenti).

"Intervista a Sergej Kovalev, 73 anni, deputato della Duma, il più autorevole esponente di quella minoranza russa che fa sentire la sua voce ogni
volta che i diritti umani vengono violati. A lui è passata la bandiera che fu del fisico nucleare Andrej Sakharov, morto nel 1989 (intervista raccolta in occasione del convegno "I giusti nei Gulag. Il valore della resistenza morale al totalitarismo sovietico" in corso a Milano presso il Teatro Parenti)" con Sergej Kovalev.

L'intervista è stata registrata mercoledì 10 dicembre 2003 alle 00:00.

Nel corso dell'intervista sono stati discussi i seguenti temi: Democrazia, Diritti Umani, Globalizzazione, Partito Radicale, Politica, Putin, Russia.

La registrazione audio ha una durata di 30 minuti.

leggi tutto

riduci