12 MAR 2004
intervista

La vicenda della donna di Milano che rifiutò che le venisse amputata la gambadevastata dalla cancrena. Il consenso informato sul trattamento medico. La questione dell'interdizione del paziente incapace di intendere e volere

INTERVISTA | di Cristiana Pugliese - RADIO - 00:00 Durata: 0 sec
A cura di Valentina Pietrosanti

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

La vicenda della donna di Milano che rifiutò che le venisse amputata la gambadevastata dalla cancrena.

Il consenso informato sul trattamento medico.

La questione dell'interdizione del paziente incapace di intendere e volere.

"La vicenda della donna di Milano che rifiutò che le venisse amputata la gambadevastata dalla cancrena. Il consenso informato sul trattamento medico. La questione dell'interdizione del paziente incapace di intendere e volere" realizzata da Cristiana Pugliese con Maria Cristina Morelli (avvocato).

L'intervista è stata registrata venerdì 12 marzo 2004 alle 00:00.

Nel corso
dell'intervista sono stati discussi i seguenti temi: Autodeterminazione, Bioetica, Diritti Civili, Informazione, Malattia, Medicina, Salute, Sanita', Testamento Biologico.

La registrazione audio ha una durata di 29 minuti.

leggi tutto

riduci