03 AGO 2004
intervista

Le polemiche tra Gaetano Paci, pubblico ministero presso la direzione distrettuale antimafia di Palermo e il procuratore capo Pietro Grasso sulla gestione dell'inchiesta riguardante gli intrecci tra mafia e politica in cui è coinvolto anche il presidente della regione Sicilia Salvatore Cuffaro. Il CSM ha deciso il trasferimento dei magistrati inquirenti Gioacchino Natoli e Guido Lo Forte a presidenti di sezione di tribunale a Palermo

INTERVISTA | di Lorena D'Urso - RADIO - 00:00 Durata: 0 sec
A cura di Andrea Maori

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

Le polemiche tra Gaetano Paci, pubblico ministero presso la direzione distrettuale antimafia di Palermo e il procuratore capo Pietro Grasso sulla gestione dell'inchiesta riguardante gli intrecci tra mafia e politica in cui è coinvolto anche il presidente della regione Sicilia Salvatore Cuffaro.

Il CSM ha deciso il trasferimento dei magistrati inquirenti Gioacchino Natoli e Guido Lo Forte a presidenti di sezione di tribunale a Palermo.

"Le polemiche tra Gaetano Paci, pubblico ministero presso la direzione distrettuale antimafia di Palermo e il procuratore capo Pietro Grasso sulla gestione
dell'inchiesta riguardante gli intrecci tra mafia e politica in cui è coinvolto anche il presidente della regione Sicilia Salvatore Cuffaro. Il CSM ha deciso il trasferimento dei magistrati inquirenti Gioacchino Natoli e Guido Lo Forte a presidenti di sezione di tribunale a Palermo" realizzata da Lorena D'Urso con Pietro Milio (avvocato).

L'intervista è stata registrata martedì 3 agosto 2004 alle 00:00.

Nel corso dell'intervista sono stati discussi i seguenti temi: Avvocatura, Csm, Cuffaro, Giustizia, Grasso, Lo Forte, Mafia, Magistratura, Natoli, Paci, Palermo, Penale, Polemiche, Politica, Procedura, Radicali Italiani, Referendum, Regioni, Separazione Delle Carriere, Sicilia.

La registrazione audio ha una durata di 15 minuti.

leggi tutto

riduci