30 MAG 2005
intervista

L'Europa unita, il federalismo, il pensiero di Altiero Spinelli e i radicali...

SERVIZIO | di Aurelio Aversa - RADIO - 00:00 Durata: 1 ora 2 min
Scheda a cura di Andrea Maori
Player
Il Manifesto per un'Europa libera e unita dell'agosto del 1941, scritto al confino da Altiero Spinelli con la collaborazione di Ernesto Rossi ed Eugenio Colorni, è considerato il più importante contributo al dibattito sull'unità europea svoltosi durante la seconda guerra mondiale.

Il documento, che pone le fondamenta per il Movimento Federalista Europeo, costituisce l'inizio della lotta per la federazione europea condotta dai movimenti per l'unità europea.

Nato nel 1907, segretario giovanile del Partico comunista d'Italia (da cui uscirà nel 1937), Spinelli viene condannato nel 1927 a dieci
anni di carcere e quindi al confino, dal quale viene liberato nell'agosto del 1943 in seguito alla caduta del fascismo.

Sull'isola al largo di Formia, dove in quegli anni si trovano quasi un migliaio di antifascisti, si svolge la discussione con Colorni e sua moglie Ursula Hirschmann, alla quale partecipano Dino Roberto, Enrico Giussani, Giorgio Braccialarghe, Arturo Buleghin e lo studente sloveno Lakar, che danno la propria adesione al documento.

Una prima versione dattiloscritta, - il cui testo, scritto da Rossi su cartine di sigaretta, viene traferito sul continente dalla Hirchmann, da sua moglie, Ada Rossi, e dalle sorelle di Spinelli, Fiorella e Gigliola, che avevano possibilità di accesso all'isola, - comincia subito a circolare a Roma, a Milano e, quindi, un po' dovunque, al punto che se ne trovano tracce in Svizzera e in Francia già nel 1942.

Più tardi, nel 1969, Spinelli sarà consigliere per i problemi europei del Ministro degli Esteri, Pietro Nenni, mentre, dal 1970 al 1976, sarà membro della Commissione della Comunità Europea.

Nel 1976 è eletto deputato come indipendete nelle liste del Partito comunista e diventa capogruppo della cosiddetta sinistra indipendente.

Verrà infine eletto anche al Parlamento europeo nel 1976, nel 1979 e nel 1984.

Muore il 19 maggio del 1986.

leggi tutto

riduci