09 OTT 2002

NTC: Rapporto 2002 sulla pena di morte

[NON DEFINITO] | - 00:00 Durata: 1 ora 19 min
Organizzatori: 

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

Bruxelles, 9 Ottobre 2002 - Documento audio della conferenza stampa, svoltasi al Parlamento Europeo, di presentazione del rapporto 2002 di Nessuno Tocchi Caino sulla situazione nel mondo della pena di morte e sulla questione del boicottaggio della manifestazione Miss Mondo che dovrà svolgersi in Nigeria dove era prevista, ora sospesa, la lapidazione di Amina Naval e dove la Sharia islamica proibisce tali manifestazioni.Fra gli intervenuti, Miss Svezia, favorevole a svolgere il concorso di bellezza Miss Mondo nonostante i divieti islamici e Miss Italia, anche lei favorevole.

Inoltre, ci sono
stati gli interventi di Sergio D'Elia segretario di Nessuno Tocchi Caino e di Marco Pannella, presidente del PRT e curatore della prefazione del rapporto.Il Rapporto 2002 di NTC curato da Elisabetta ZamparuttiNel rapporto si dice che Il 2001 ha confermato l´evoluzione verso l´abolizione della pena di morte in corso ormai da dieci anni.

Nell´anno, la Repubblica Federale di Iugoslavia è diventata totalmente abolizionista, il Cile ha abolito la pena di morte per i crimini ordinari, l´Irlanda l´ha abolita anche dalla Costituzione, il Burkina Faso è entrato a fare parte del gruppo degli abolizionisti di fatto non avendo eseguito sentenze capitali da oltre dieci anni, il Libano ha deciso di attuare una moratoria delle esecuzioni.

[Il 16 maggio 2002, il Mali ha approvato una legge che sospende la pena di morte per due anni.

Il 19 maggio 2002, East Timor è diventato il primo stato sovrano del 21° secolo.

La sua Costituzione vieta sia la pena di morte che l´ergastolo] Ad oggi, quindi, la stragrande maggioranza dei paesi membri della comunità internazionale ha rinunciato alla pena di morte.Gli abolizionisti per tutti i crimini sono 77, gli abolizionisti per crimini ordinari sono 14, gli abolizionisti di fatto (non eseguono sentenze capitali da almeno dieci anni) sono 28, quelli che, in quanto membri del Consiglio d´Europa, attuano una moratoria delle esecuzioni e sono impegnati ad abolire la pena di morte, sono 2, quelli che stanno osservando una moratoria delle esecuzioni sono 6.

I paesi mantenitori sono 69.Il paradosso è che, nello stesso tempo, il numero delle esecuzioni aumenta di anno in anno.

Nel 2000 erano state almeno 1.892.

Nel 2001, almeno 4.700 esecuzioni sono state effettuate in 34 paesi.

4.452 sono avvenute in Asia, 161 in Africa, 21 in Europa (Cecenia) e 66 nelle Americhe (Stati Uniti).

leggi tutto

riduci