29 NOV 2002

Radicali: Incontro con Emma Bonino a Firenze

[NON DEFINITO] | - 00:00 Durata: 2 ore 55 min
Organizzatori: 

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

La pura risposta militare alla lotta al terrorismo è semplicemente parziale e come tale inefficace complessivamente.

I terroristi vanno isolati, e per fare questo non c'è altra strada che promuovere a casa loro democrazia, libertà e diritti civili.Firenze 29 Novembre 2002 - Incontro con Emma Bonino, ospite dell'associazione radicale Andrea Tamburi.

L'europarlamentare radicale ha trattato, per scelta ben precisa, temi riguardanti le questioni politiche internazionali, partendo dalla lotta al terrorismo per arrivare all'organizzazione mondiale delle democrazie.Il nemico del mio nemico è mio
amicoNell'ultimo mezzo secolo, ha detto l'europarlamentare, si è assistito ad un uso spietato di quella che ha definito una real politik machiavelliana.

Riassunto nella politica del 'nemico del mio nemico è mio amico'.

Questo perché «il primo obiettivo della Comunità internazionale» - ha sostenuto - «di solito è la stabilità e ogni volta ci innamoriamo dell'uomo forte; come lo tenga quel potere non ci piace analizzarlo più di tanto; e in un mondo moderno abbiamo una politica internazionale che si regge ancora su questi principi».«Negli anni '80» - ha spiegato - «ci siamo letteralmente inventati Saddam Hussein per ragioni di contenimento nei confronti dell'Iran.

Più recentemente c'è stata una condizione necesaria per cui se si era english speaking and market oriented era sufficiente per essere accettati».

Ma i Talebani anche, ha detto, sono serviti in Afghanistan contro l'Unione Sovietica.

E perché garantivano stabilità ad un territorio ricco di risorse per tutti.I mostri di domani«A questo punto» - ha proseguito Emma Bonino - «se con la scusa dell'antiterrorismo c'è intenzione di imbarcarci con chiunque si dichiari anti-terrorista noi rischiamo di creare i mostri di domani.

Quelli imbarcati oggi, così come lo erano quelli di 30 anni fa contro il comunismo».

E l'esempio non poteva che riferirsi alla Russia di Putin.

«Io non nego la necessità di alleanze contingenti» - ha aggiunto - «ma c'è differenza con il dare la carta bianca a chiunque, per non fare nomi mi riferisco alla Russia di oggi e quello che accade in Cecenia».Perché si ridà credito a uno come Gheddafi, in Europa, ha chiesto.

E poi: «Nessuno nega la pericolosità dei movimenti terroristi» - ha chiarito - «Al qaida ma non solo perché ce ne sono altri, ma premesso che non siamo pacifisti bensì dei non-violenti, per cui esistono momenti in cui l'unico percorso possibile è il ricorso alle armi, e non è tutto un vogliamoci bene, io credo che la pura risposta militare è semplicemente parziale e come tale inefficace complessivamente».Le donne non escono perché hanno caldoSulla questione della promozione dei diritti e della democrazia, Emma Bonino ha tentato di sfatare quelli che lei considera luoghi comuni.

Tipo: 'certe popolazioni non sono adatte per la democrazia', o 'gli africani si ammazzano perché hanno un'altra concezione della vita'.

I suoi ultimi viaggi, ha detto, le hanno rivelato realtà variegate, e gente, sempre più numerosa, che chiede di vivere in maniera diversa.L'Arabia, ad esempio: «Non è più un paese ricco» - ha detto - «è autoritario.

In sei giorni di visita ufficiale non ho visto una donna.

Uno dei 6000 principi mi ha detto che le donne non si vedono perché hanno caldo.

E' un paese che è passato da un reddito procapite di 20mila dollari a 7 mila.

Sa', mi diceva un principe, diventare poveri è proprio difficile».

Dovranno lavorare, adesso, ha ironizzato.L'immigrazione e l'organizzazione delle democrazie«Il mondo arabo è popolato da 230/40 milioni di abitanti, una crescita demografica spettacolare» - ha spiegato - «e la previsione fra 20 anni è di 430 milioni di abitanti, tutti questi paesi compresa l'Arabia Saudita non hanno crescita economica».

Si riesce ad immaginarli anche con la mancanza di libertà e diritti civili? Ha chiesto.

Il problema immigrazione è questo.

«Cosa pensiamo di fare, di schierare la marina nel Mediterraneo?».Siccome «diventa quasi irrealistico contenere questa ondata d'urto», Emma Bonino ha detto che il moscerino radicale punzecchia l'elefante Comunità internazionale con l'intuizione dell'Organizzazione delle democrazie.

Cosa che permetterebbe di promuovere in quei paesi non solo libertà e diritti, ma anche sviluppo economico.

Perché «una persona non libera è una persona povera».

E perché per aiutarli a isolare il terrorismo, ha spiegato, «non c'è altra strada che promuovere a casa loro democrazia, libertà e diritti civili».Sui fatti della Nigeria«Dispiace a tutti per i 200 morti» - ha detto - «ma negli ultimi due anni proprio in quella regione del nord ci sono stati 2000 morti proprio quando è stata introdotta la sharia, e tutta la parte nord ormai è un luogo caotico.

E il problema è politico.

Miss Mondo è stata fatta in Nigeria, semplicemente perché la Miss Mondo vincitrice dell'anno scorso era nigeriana».

In realtà, ha concluso, questa cosa ha fatto esplodere una situazione di dramma politico che nessuno voleva vedere.

Si usa la religione per una lotta fra gli islamisti del nord e Obasanjo, cioè i cristiani.

leggi tutto

riduci

  • Antonio Bacchi, segretario Associazione radicale Andrea Tamburi

    0:00 Durata: 1 min 4 sec
  • Emma Bonino, primo intervento

    0:01 Durata: 1 ora 2 min
  • soddisfazione per il Gonfalone d'argento

    Indice per argomenti
    0:01 Durata: 3 min 30 sec
  • La realpolitik

    0:04 Durata: 1 min 45 sec
  • I Paesi arabi non sono un amalgama identico

    0:06 Durata: 2 min 27 sec
  • la risposta militare al terrorismo è risposta parziale

    0:08 Durata: 2 min 33 sec
  • Per dieci anni si è tollerato Milosevic, per la stabilità

    0:11 Durata: 1 min 10 sec
  • Il nemico del mio nemico è il mio amico

    0:12 Durata: 2 min 11 sec
  • Negli anni '80 ci siamo letteralmente inventati Saddam Hussein

    0:14 Durata: 1 min 13 sec
  • La storia dei Talebani è un'altra storia tipica di questo metodo

    0:16 Durata: 1 min 51 sec
  • Dopo un po' di tempo questi signori sono solo amici di se stessi

    0:17 Durata: 1 min 19 sec
  • I diritti civili, le anime belle e la questione talebana

    0:19 Durata: 4 min 58 sec
  • I mostri di domani

    0:24 Durata: 2 min 37 sec
  • C'è un bella differenza fra alleanze contingenti e la carta bianca a chiunque, tipo la Russia

    0:26 Durata: 2 min 6 sec
  • Per isolare i terroristi non c'è altra strada che promuovere democrazia, libertà e diritti

    0:28 Durata: 1 min 35 sec
  • Il mondo arabo, la crescita demografica e la situazione economica

    0:30 Durata: 40 sec
  • Le donne non escono perché hanno caldo (la situazione dell'Arabia Saudita)

    0:31 Durata: 1 min 58 sec
  • Il problema immigrazione (in questi regimi non cresce una classe dirigente democratica)

    0:33 Durata: 3 min 24 sec
  • la missione in Ecuador (e gli altri aspetti dell'immigrazione)

    0:36 Durata: 8 min
  • Il ministro degli interni colombiano dice che se legalizzassimo le droghe il conflitto potrebbe chiudersi in un minuto

    0:44 Durata: 1 min 42 sec
  • Il moscerino radicale punzecchia l'elefante (l'organizzazione mondiale delle democrazie)

    0:46 Durata: 3 min 16 sec
  • Come promuovere democrazia e libertà in quei paesi, oltre a difendere le nostre

    0:49 Durata: 1 min 43 sec
  • L'esempio dell'Egitto e l'aneddoto della sua casa al Cairo

    0:51 Durata: 7 min 55 sec
  • L'alternativa ad Al Jazeera, la BBC in arabo

    0:59 Durata: 4 min 33 sec
  • Bacchi più interventi del pubblico

    1:03 Durata: 19 min 6 sec
  • Emma Bonino, secondo intervento, risposte

    1:23 Durata: 30 min 10 sec