04 GEN 2003

MO: Speciale, la preparazione al voto in Israele

[NON DEFINITO] | - 00:00 Durata: 28 min 40 sec

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

Roma, 4 Gennaio 2002 - Trasmissione speciale di RadioRadicale sulla preparazione al voto in vista delle prossime elezioni politiche israeliane.

Il corrispondente Manuel Katz nel fare il punto della situazione, ha delineato uno scenario nel quale i due partiti maggiori, il Likud di Sharon, e il Laburista del candidato Mizna, sono in calo o stabili (38 seggi, secondo gli ultimi sondaggi, al Likud, 22 ai laburisti).La novità sarebbe rappresentata dalla crescita del partito Shinui, laico e anti-religioso, di ispirazione economica liberale, che otterrebbe fin'ora 18 seggi circa.

Katz ha spiegato
che l'ipotesi più plausibile è quella, dopo le elezioni, di un governo di unità nazionale, principalmente laico.Inoltre, ha sottolineato come Israele viva un momento delicato per la sua democrazia, che è stata definita 'malata'.

Soprattutto dopo che la commissione elettorale ha deciso di impedire la partecipazione al voto a due liste arabo-israeliane (decisione che dovrebbe essere ribaltata da quella della Corte Suprema), e dopo la chiusura di un periodico filo-islamico le cui idee il ministro degli interni israeliano e attuale leader del partito sefardita Shaz considera pericolose perché legate ad Hamas.Infine si è parlato dell'influenza molto debole dell'attuale amministrazione americana sui vari candidati e su quanto invece conti il voto degli arabo-israeliani di cui, secondo un sondaggio, uno su quattro voterebbe, senza problemi, per un partito sionista.

leggi tutto

riduci