11 FEB 2000

Governo: Estensione obbligo assicurazione Inail, misure su previdenza complementare e sicurezza stradale

[NON DEFINITO] | - 00:00 Durata: 19 min 14 sec
Organizzatori: 

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

Roma, 11 febbraio 2000Documento audiovisivo della Conferenza stampa al termine del Consigli dei Ministri per la comunicazione dei provvedimenti adottati in ordine all'organizzazione del vertice del G8 a Genova nel 2001, al trattamento fiscale per la previdenza integrativa, alla riforma dell'Inail e alla sicurezza stradale.

Registrazione video di "Governo: Estensione obbligo assicurazione Inail, misure su previdenza complementare e sicurezza stradale", registrato venerdì 11 febbraio 2000 alle 00:00.

L'evento è stato organizzato da Governo italiano.

La registrazione video ha una durata di 19
minuti.

Il contenuto è disponibile anche nella sola versione audio.

leggi tutto

riduci

  • Enrico Micheli, sottosegretario alla PdC

    <strong>Indice degli argomenti</strong>
    0:00 Durata: 57 sec
  • Vincenzo Visco, ministro delle finanze

    <em>Decreto legislativo avente ad oggetto la riforma della disciplina fiscale della previdenza complementare. Il provvedimento disciplina compiutamente il trattamento fiscale dei fondi pensionistici, assicurando una aliquota agevolata rispetto a quella vigente per altri redditi di capitale, nonché regole di neutralità fiscale che evitano doppie imposizioni. Conseguentemente è stata riordinata la disciplina del trattamento fiscale del TFR in modo da armonizzarla ai nuovi istituti. E' stata altresì aggiornata la normativa delle assicurazioni private. </em>
    0:00 Durata: 1 min 34 sec
  • Cesare Salvi, ministro del lavoro e della previdenza sociale

    <em>Decreto legislativo che, in attuazione della legge n. 144 del 1999, reca disposizioni in materia di assicurazione contro gli infortuni di lavoro e le malattie professionali. Il decreto affronta una serie di importanti tematiche, con forti contenuti innovativi, nell'intento di adeguare la disciplina assicurativa obbligatoria alle mutate esigenze del sistema produttivo e sociale. In particolare gli interventi riguardano:<br> - la rivisitazione del sistema dei premi e delle tariffe per articolarlo secondo principi più aderenti ai singoli comparti produttivi ed alle specifiche esigenze degli stessi, in una prospettiva di riduzione del costo del lavoro, di configurazione di livelli tariffari che tengano conto del rispetto delle norme in materia prevenzionale previste dal decreto legislativo n. 626 del 1994, nonché del riequilibrio finanziario delle gestioni;<br> - il regime delle prestazioni con alcuni interventi di grande significato quali: l'espressa estensione della tutela al danno biologico; la definizione dell'infortunio in itinere che consolida gli orientamenti giurisprudenziali; la revisione del sistema di indicizzazione delle rendite di inabilità che diviene annuale, omogeneizzandolo così con i meccanismi previsti per altre prestazioni previdenziali; la nuova disciplina della rettifica delle rendite a seguito di nuovi accertamenti diagnostici; la revisione dell'elenco delle malattie professionali, a cui si procederà in esito ai lavori di una apposita commissione scientifico-amministrativa;<br> - l'estensione del regime assicurativo obbligatorio a nuove platee: i dirigenti, gli sportivi professionisti, i lavoratori cosiddetti parasubordinati;<br> - la previsione di misure di carattere finanziario attuabili dall'INAIL per promuovere iniziative intese a migliorare la prevenzione della sicurezza e salute nei luoghi di lavoro, nonché interventi per la riqualificazione degli invalidi del lavoro;<br> - una migliore capacità di conoscenza dei fenomeni infortunistici in funzione sia prevenzionale che sanzionatoria. </em> <br>
    0:02 Durata: 2 min 36 sec
  • Willer Bordon, ministro dei lavori pubblici

    <em>Seconda relazione al Parlamento sullo stato della sicurezza stradale (adempimento previsto dal Codice della strada), in ordine alla quale il CNEL si è espresso favorevolmente. L'obiettivo del documento è di fornire una illustrazione completa e facilmente consultabile dei principali problemi della mobilità, dei nodi più rilevanti in materia di impatto sociale, economico ed ambientale e di fornire possibili linee di soluzione alla luce degli indirizzi comunitari, dei risultati degli studi promossi dal Ministero, delle esperienze di governo della mobilità e della sicurezza stradale condotte a livello locale. Il ministro Bordon, ha altresì, riferito sulle linee guida che ispireranno la definizione di un Piano straordinario per la sicurezza stradale, che comprenderà interventi infrastrutturali, misure di prevenzione e controllo, di incentivazione e di sostegno a Comuni e Province nonchè interventi organizzativi e regolamentari. </em> <br>
    0:05 Durata: 4 min 50 sec
  • Vincenzo Visco, risponde sullo specifico provvedimento in ordine ai controlli sulle polizze assicurative

    <br><strong>Domande dei giornalisti</strong>
    0:09 Durata: 1 min 2 sec
  • Cesare Salvi, sulle eventuali richieste di modifiche in ordine al precedente provvedimento adottato nei giorni scorsi sul Tfr

    0:10 Durata: 1 min 26 sec
  • Enrico Micheli, sulla cessione della quota residua in Telecom, sulla eventuale discussione relativa ai referendum e alla liberalizzazione del gas

    0:12 Durata: 1 min 41 sec
  • Cesare Salvi, sulla riduzione del costo del lavoro dello 0,5% conseguente al riordino delle tariffe Inail e all'estensione degli obblighi ad altre categorie professionali

    0:14 Durata: 4 min 15 sec
  • Vincenzo Visco, sulla aliquota dell'imposta sostitutiva sui fondi pensione

    0:18 Durata: 53 sec