17 MAR 2000

Consiglio dei ministri: "Pacchetto organico per una strategia di lotta all'inflazione"

[NON DEFINITO] | - 00:00 Durata: 48 min 41 sec
Organizzatori: 

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

Roma, 17 marzo 2000Documento audiovisivo della Conferenza stampa tenuta al termine del Consiglio dei ministri odierno che adottato importanti provvedimenti di cui al testo riportato.

Registrazione video di "Consiglio dei ministri: "Pacchetto organico per una strategia di lotta all'inflazione"", registrato venerdì 17 marzo 2000 alle 00:00.

L'evento è stato organizzato da Governo italiano.

La registrazione video ha una durata di 48 minuti.

Il contenuto è disponibile anche nella sola versione audio.
  • Enrico Micheli, sottosegretario alla PdC

    <strong>Indice</strong>
    0:00 Durata: 1 min 31 sec
  • Giuliano Amato, ministro del tesoro, del bilancio e della programmazione economica

    0:01 Durata: 3 min 22 sec
  • Vincenzo Visco, ministro delle finanze

    0:04 Durata: 3 min 14 sec
  • Enrico Letta, ministro dell'industria, commercio e artigianato

    0:08 Durata: 9 min 6 sec
  • Pier Luigi Bersani, ministro dell'industria, commercio e artigianato

    0:17 Durata: 7 min 17 sec
  • Giuliano Amato, risponde a domanda

    <strong>Domande dei giornalisti</strong>
    0:24 Durata: 3 min 3 sec
  • Enrico Letta, risponde a domanda

    0:27 Durata: 4 min 48 sec
  • Vincenzo Visco e Giuliano Amato, rispondono a domande di un giornalista

    0:32 Durata: 4 min 15 sec
  • Enrico Letta, risponde a domanda

    0:33 Durata: 5 min 28 sec
  • Pier Luigi Bersani ed Enrico Letta, rispondono a domande di un giornalista

    0:39 Durata: 3 min 40 sec
  • Enrico Letta, risponde a domande

    <br>Termina alle 15h04<p>Comunicato della Presidenza del Consiglio dei Ministri:<br>il Consiglio dei Ministri si è riunito oggi, alle ore 10,00 a Palazzo Chigi, sotto la presidenza del Presidente del Consiglio dei Ministri, Massimo D'Alema.<br> Segretario, il Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, Enrico Micheli.<br><br> All'inizio della riunione, il Consiglio ha discusso i provvedimenti finalizzati al contenimento delle spinte inflazionistiche e, anche sulla base dei dati relativi ai prezzi controllati ed ai prezzi al consumo (vedi tabella allegata), ha adottato le seguenti iniziative:<br><br> su proposta del Presidente del Consiglio, D'Alema, e del Ministro dell'Industria, Letta:<br>- un decreto-legge concernente misure contro l'inflazione; il provvedimento interviene in due settori: il prezzo dei carburanti e le tariffe dell'assicurazione obbligatoria.<br> Per quanto riguarda i prezzi dei carburanti si prevede che lo specifico Osservatorio del Ministero dell'Industria, nell'effettuare il monitoraggio dell'andamento dei prezzi in Italia ed all'Estero, segnali l'esistenza di scostamenti significativi del prezzo medio di vendita italiano da quello degli altri Paesi Europei al CIPE, che può intervenire sul processo di formazione del prezzo o segnalare il fatto al Ministero delle Finanze perché possa assumere i provvedimenti di propria competenza.<br> Per quanto concerne le tariffe assicurative sono previste una diminuzione dell'aliquota di imposta, limiti agli aumenti tariffari, vantaggi agli automobilisti più prudenti o che comunque non hanno avuto incidenti per un certo numero di anni, nonché l'obbligo per le imprese assicuratrici di non apportare modifiche al numero delle classi di merito, ai coefficienti di determinazione del premio ed alle regole evolutive delle proprie tariffe e di affiancare l'attuale formula tariffaria "bonus-malus" con un'altra formula dello stesso tipo con delle franchige assolute di importi varianti da lire 500.000 a 1.000.000. Viene altresì disciplinato anche il riconoscimento del danno alla persona per le lesioni di lieve entità.<br> Al fine di contribuire a perequare il differenziale esistente tra il costo del gasolio da pesca in Italia rispetto agli altri Paesi dell'Unione europea, alle imprese che esercitano la pesca professionale viene infine riconosciuto, per l'anno 2000, ,un credito mensile d'imposta nella misura di 50 lire per ogni litro di gasolio utilizzato per l'esercizio dell'attività.<br><br> Il Consiglio ha altresì esaminato alcuni emendamenti da apportare al collegato alla finanziaria riguardante la riapertura e la regolazione dei mercati. Tali emendamenti riguardano:<br>1) il completamento della disciplina del danno biologico, le cui norme essenziali e più urgenti sono state introdotte con il decreto-legge;<br>2) una modifica della norma del decreto legislativo n. 79 del 1999, concernente la liberalizzazione del settore elettrico, al fine di qualificare, come cliente idoneo, il cliente finale il cui consumo sia risulato nell'anno precedente superiore a 0,1 GWh;<br>3) la semplificazione e trasparenza dei procedimenti amministrativi per il rilascio di licenze, autorizzazioni e nulla osta riguardanti le imprese turistiche;<br>4) i finanziamenti alle associazioni dei consumatori e degli utenti;<br>5) le agevolazioni per l'installazione di impianti a metano e gpl sugli autoveicoli.<br>A seguito di quanto concordato in Consiglio, il Ministro del Tesoro solleciterà l'ENEL a completare, nel più breve tempo possibile, anticipatamente al termine ultimo previsto, la cessione sul mercato delle tre società: Eurogen, Powergen e Interpower, per complessivi 15.000.000 MW di capacità produttiva. La misura favorirà una maggiore e più rapida apertura della fase di produzione di energia elettrica;<br><br> su proposta del Ministro dei Trasporti, Bersani:<br>- un disegno di legge concernente la modifica del regime giuridico degli autoveicoli, dei motoveicoli e dei loro rimorchi. Considerato che in tutti i Paesi membri dell'Unione europea esiste un unico archivio in cui sono registrati i dati tecnici e di proprietà allo scopo di poter rapidamente individuare il responsabile della circolazione di ciascun veicolo mentre non trova riscontro l'istituto giuridico del bene mobile registrato applicato ai veicoli stradali, che produce lungaggini burocratiche a costi elevati, colpisce le operazioni di compravendita dei veicoli, ostacola la naturale espansione del mercato e crea difficoltà all'industria ed agli operatori, il provvedimento risolve tali inconvenienti:<br>a) eliminando, per i veicoli stradali, il regime giuridico del bene mobile registrato;<br>b) abolendo, di conseguenza, il Pubblico Registro Automobilistico;<br>c) attribuendo al già esistente Archivio Nazionale dei Veicoli valore analogo a quello ricoperto dai corrispondenti archivi degli altri Stati europei;<br>d) riducendo, in definitiva, i tempi ed i costi delle pratiche automobilistiche, per riportarle a livelli di efficienza confrontabili con quelli degli altri Paesi;<br><br>In vista dell'eliminazione della benzina rossa dalla rete di distribuzione, definitivamente fissata per il 1° gennaio 2002, i Ministri dei Trasporti e dell'Ambiente hanno illustrato al Consiglio una serie di iniziative, mirate ad agevolare il periodo di transizione, che saranno perfezionate nella prossima settimana:<br>campagna di informazione: uno studio realizzato dai due ministeri consentirà ai cittadini di conoscere come devono adeguare la propria vecchia autovettura quando, dal 1° gennaio 2002, la benzina rossa non sarà più disponibile a seguito delle direttive comunitarie. Lo scopo del predetto studio è stato quello di verificare quante siano le autovetture non adatte dall'origine all'utilizzazione di carburante senza piombo ed a quali condizioni queste ultime possano comunque utilizzare la benzina verde ad un buon livello di guida, senza riduzioni drastiche della durata del motore;<br>premio di eliminazione: sarà sottoscritto un protocollo d'intesa con le case costruttrici, i concessionari, i demolitori-rottamatori per un premio agli automobilisti che intendono eliminare la propria auto immatricolata prima del 1984;<br>additivi ossigenati: verrà inoltre sottoscritto un protocollo d'intesa con l'Unione petrolifera e i produttori di bioetanolo per il raggiungimento, a partire dal 2001, di una produzione di eco-carburanti (ETBE);<br>agevolazione della conversione a metano e a gpl di autoveicoli non catalizzati: mediante un protocollo d'intesa con le imprese di costruzione e montaggio dei kit di conversione e con la rete di distibuzione di metano e gpl, saranno regolate le modalità di erogazione di contributi per gli automobilisti che intendono sostituire gli impianti.<br><br> Il Consiglio ha, quindi, approvato i seguenti provvedimenti:<br> <br>su proposta del Presidente del Consiglio D'Alema:<br>- un decreto del Presidente della Repubblica concernente l'approvazione dell'atto aggiuntivo alla Convenzione stipulata in data 11 giugno 1997 fra la Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento per l'Informazione e l'Editoria - e la RAI Radiotelevisione italiana s.p.a. per la predisposizione e la trasmissione di programmi radiofonici e televisivi in lingua slovena, nonché radiofonici in lingua italiana, per la regione autonoma Friuli-Venezia Giulia. In particolare viene elevata la somma da versare alla RAI in relazione ai costi effettivamente sostenuti per realizzare tali programmi;<br><br>su proposta del Ministro degli Affari Esteri, Dini:<br>- un disegno di legge di ratifica ed esecuzione dell'Accordo di collaborazione culturale tra il Governo della Repubblica italiana ed il Governo della Repubblica argentina, firmato a Buenos Aires il 6 aprile 1998. L'Accordo, che si propone di costituire uno strumento aggiornato ed efficace di collaborazione culturale tra Italia e Argentina, individua i principi e i settori attraverso i quali dovrà operare la collaborazione culturale, indicando quelli prioritari quali: lo scambio di esperti, archivisti, bibliotecari e docenti, la concessione reciproca di borse di studio, nonché le iniziative per lo sviluppo della lingua italiana in Argentina, la cooperazione nei settori universitari, del restauro e della formazione professionale;<br><br>- un disegno di legge di ratifica ed esecuzione dell'Accordo di sicurezza sociale tra il Governo della Repubblica italiana ed il Governo del Canada, firmato a Roma il 22 maggio 1995. Nell'Accordo è previsto un miglioramento dei livelli di protezione dei lavoratori, l'elaborazione di tecniche e procedure tese a garantire una più rapida erogazione della prestazioni previdenziali, nonché ulteriori benefici che rendono più ampia ed equa la tutela sociale, in particolare a favore dei connazionali che rimpatriano;<br>- un decreto legislativo concernente il riordino della carriera diplomatica, emanato in attuazione della delega prevista dalla legge n.266 del 1999. Vengono apportate modifiche ed integrazioni al decreto presidenziale n.18 del 1967, che ha finora disciplinato l'ordinamento dell'Amministrazione degli Affari esteri, in particolare per quanto attiene ai concorsi di ammissione alla carriera diplomatica, alla ridefinizione dei posti, delle funzioni e dell'organico, all'attività formativa e di aggiornamento, allo sviluppo delle carriere, alle assegnazioni delle sedi e relativi avvicendamenti, nonché all'attivazione di un particolare procedimento negoziale per la disciplina di alcuni aspetti del rapporto di impiego. Sul provvedimento sono stati acquisiti i pareri favorevoli delle competenti Commissioni parlamentari; <br><br>- un regolamento che da esecuzione agli emendamenti alla Convenzione ed all'Accordo operativo sull'Organizzazione internazionale per le comunicazioni marittime via satellite INMARSAT, adottati a Londra il 20-24 aprile 1998. In considerazione dell'evoluzione su scala globale del mercato delle telecomunicazioni e della prevalente privatizzazione dei relativi servizi, si è resa necessaria la modifica della struttura delle principali organizzazioni intergovernative operanti nel settore delle telecomunicazioni via satellite e quindi la costituzione di una società di diritto privato destinata ad assorbire le attività di INMARSAT;<br><br>su proposta del Ministro della Difesa, Mattarella:<br>- un disegno di legge con cui vengono apportate modifiche al codice penale militare di pace in materia di reati contro la persona e contro il patrimonio, al fine di rafforzare la tutela penale nei confronti dei comportamenti riconducibili al fenomeno del "nonnismo" e quindi garantire l'incondizionato rispetto dei diritti della persona nell'ambito delle Forze armate. <br>L'obiettivo vieno perseguito attraverso tre distinte modalità:<br>a) l'introduzione di tre nuove fattispecie di reato (violenza privata, maltrattamenti, estorsione) nel codice militare di pace in tal modo vengono ampliate le competenze dei giudici militari, concentrando la loro attenzione sul fenomeno che si intende contrastare;<br>b) la previsione di una specifica circostanza aggravante in tema di reati contro la persona (si tratta dei reati di percosse, lesione personale, lesione personale gravissima, ingiuria, minacce, previsti dal codice militare di pace); l'aggravante si concretizza quando chi commette il reato si avvale del " vincolo, esistente o supposto, di solidarietà tra militari con maggior anzianità di servizio" e in tal modo si attribuisce rilievo a quel particolare stato di soggezione che caratterizza la posizione dei militari giovani nei confronti dei più anziani;<br>c) la procedibilità d'ufficio per i reati di percosse, lesione personale, ingiuria e minaccia, finora perseguibili soltanto su richiesta del Comandante di corpo; tale soluzione è stata preferita all'introduzione dell'istituto della querela di parte in considerazione dei condizionamenti e delle pressioni alle quali sarebbe soggetta la vittima del reato - che convive con l'autore dello stesso nell'ambiente militare - qualora ci si limitasse a riconoscerle il diritto di querela.<br> La disciplina proposta copre tutte le più significative ipotesi di reato riconducibili al fenomeno del "nonnismo" ed intende porre la Magistratura militare nelle condizioni di perseguire con estremo rigore i fatti penalmente illeciti realizzati nei confronti delle giovani reclute.<br>Sul provvedimento ha espresso il proprio positivo apprezzamento il Consiglio della Magistratura militare;<br><br> su proposta del Ministro delle Finanze, Visco:<br>- un decreto legislativo con cui vengono apportate ulteriori disposizioni integrative e correttive ai decreti legislativi n. 471 del 1997, concernente sanzioni tributarie non penali in materia di imposte dirette, di imposte sul valore aggiunto e di riscossione dei tributi, n.472 del 1997, in materia di sanzioni amministrative per la violazione di norme tributarie, e n.473 del 1997, concernente sanzioni amministrative in materia di tributi sugli affari, sulla produzione e sui consumi, nonché di altri tributi indiretti;<br> <br> su proposta del Ministro della Pubblica Istruzione, Berlinguer:<br>- uno schema di regolamento concernente il riordino del Ministero della Pubblica Istruzione. Vengono disciplinati:<br>1) gli uffici di diretta collaborazione:<br>a) l'Ufficio di gabinetto;<br>b) l'Ufficio legislativo;<br>c) la Segreteria del Ministro;<br>d) l'Ufficio del consigliere diplomatico;<br>e) l'Ufficio stampa;<br>f) il Servizio di controllo interno;<br>2) gli uffici dell'amministrazione centrale, articolati in due Dipartimenti e tre Servizi di livello dirigenziale generale:<br>a) Dipartimento per lo sviluppo dell'istruzione;<br>b) Dipartimento per i servizi sul territorio;<br>c) Servizio per gli affari economici;<br>d) Servizio per l'automazione informatica e l'innovazione tecnologica;<br>e) Servizio per le comunicazioni;<br>3) gli uffici periferici, denominati uffici scolastici regionali, di livello dirigenziale generale, aventi sede in ciascun capoluogo di Regione e costituenti ognuno un autonomo centro di responsabilità amministrativa.<br>Sul provvedimento saranno acquisiti i pareri del Consiglio di Stato e delle competenti Commissioni parlamentari;<br><br> su proposta del Ministro delle Politiche Agricole e Forestali, De Castro:<br>- un regolamento per la riorganizzazione del Ministero delle politiche agricole e forestali. Sono previsti due Dipartimenti:<br>a) il Dipartimento delle politiche di mercato, che a sua volta si articola in due Direzioni generali: per le politiche agroalimentari e per la pesca e l'acquacoltura;<br>b) il Dipartimento della qualità dei prodotti agroalimentari e dei servizi, strutturato in tre Direzioni generali: per la qualità dei prodotti agroalimentari e la tutela del consumatore, per le politiche strutturali e lo sviluppo rurale, per i servizi e gli affari generali; nell'ambito di questo Dipartimento opera altresì l'ispettorato centrale repressione frodi, nonché il Sistema Informativo Agricolo Nazionale (SIAN).<br>Viene soppresso il Consiglio superiore dell'agricoltura e viene istituito il Consiglio tecnico-scientifico degli esperti per la politica agricola e agroalimentare, composto da 20 membri di comprovata qualificazione, che durano in carica tre anni e possono essere confermati una sola volta.<br>Sono altresì previsti e disciplinati gli Uffici di diretta collaborazione con il Ministro: l'Ufficio di Gabinetto, l'Ufficio legislativo, la Segreteria particolare del Ministro, la Segreteria tecnica, l'Ufficio del Portavoce, il Servizio di controllo interno e l'Ufficio rapporti istituzionali;<br><br>su proposta dei Ministri del Lavoro, Salvi, e per le Pari Opportunità, Balbo:<br>- uno schema di decreto legislativo concernente la disciplina delle attività delle consigliere e dei consiglieri di parità e disposizioni in materia di azioni positive, a norma dell'articolo 47 della legge n.144 del 1999; vengono attribuite maggiori risorse e mezzi alle consigliere ed ai consiglieri di parità, ne vengono rafforzate e potenziate le funzioni sia sul versante promozionale, sia sul versante di garanzia e viene disciplinata in maniera organica la dislocazione a livello regionale e provinciale delle consigliere e dei consiglieri.<br>Sul provvedimento saranno acquisiti i pareri della Conferenza Unificata e delle competenti Commissioni parlamentari;<br> <br>su proposta del Ministro della Sanità, Bindi:<br>- uno schema di decreto legislativo concernente disposizioni correttive ed integrative del decreto legislativo n.229 del 1999 in materia di principi e criteri per l'organizzazione delle Aziende unità sanitarie locali e di limiti all'esercizio del potere sostitutivo statale. Considerato che, nell'imminenza della cessazione dei Consigli regionali, potrebbe risultare problematica l'approvazione di una legge regionale che, così come previsto dalla legge n. 229 del 1999, contenga principi e criteri sulla base dei quali i direttori generali delle Aziende possano adottare atti aziendali di diritto privato (necessario presupposto per l'applicazione di alcune importanti previsioni della riforma), viene previsto che tali principi e criteri possono essere adottati anche con atto non legislativo. Qualora poi si dovessero verificare casi di accertate e gravi inadempienze, che non consentano di assicurare un'omogenea tutela di alcuni standard di prestazioni sanitarie considerati essenziali da atti di programmazione aventi rilievo ed applicazione nazionale o interregionale, viene disciplinato l'esercizio del potere sostitutivo statale.<br> Viene infine prevista la possibilità che i medici aspiranti all'assegnazione di incarichi di medicina generale possano autocertificare la frequenza al corso biennale di formazione specifica in caso di ritardi nel rilascio del relativo certificato da parte dei competenti uffici regionali.<br> Sul provvedimento saranno acquisiti i pareri della Conferenza Unificata e delle competenti Commissioni parlamentari;<br><br>- una direttiva del Presidente del Consiglio dei Ministri con cui viene fissata per il prossimo 14 maggio la "giornata per la donazione di organi", con contestuale invito alle amministrazioni pubbliche ad assumere e sostenere iniziative volte a favorire la conoscenza e la promozione della donazione di organi finalizzati al trapianto;<br><br>- un atto di indirizzo e coordinamento concernente l'attività libero professionale intramuraria del personale della dirigenza sanitaria del Servizio sanitaro nazionale; il provvedimento, sul quale è stata acquisita l'intesa da parte della Conferenza Stato-Regioni e la cui efficacia cesserà con l'entrata in vigore della disciplina regionaleè diretto a fissare i principi ed i criteri per le iniziative che debbano essere assunte dai direttori generali delle Aziende sanitario-locali per reperire spazi sostitutivi in strutture non accreditate, per autorizzare l'utilizzazione di studi professionali privati all'esercizio dell'attività intramuraria, nonché per attivare misure idonee a garantire una progressiva riduzione delle liste di attesa;<br><br> su proposta del Ministro dell'Ambiente, Ronchi:<br>- un disegno di legge concernente l'erogazione del contributo obbligatorio dell'Italia al Fondo Multilaterale per il Protocollo di Montreal per la protezione della fascia di ozono; il Fondo Multilaterale costituisce un meccanismo finanziario ad interim, istituito dalla Conferenza di Helsinki, allo scopo di assistere i Paesi in via di sviluppo per il finanziamento di progetti di riconversione delle attività che producono o utilizzano sostanze pericolose per la fascia di ozono;<br><br>su proposta del Ministro dell'Università, Zecchino:<br>- un decreto del Presidente della Repubblica con cui vengono apportate modifiche al regolamento n.390 del 1998, concernente le modalità di espletamento delle procedure per il reclutamento dei professori universitari di ruolo e dei ricercatori, a norma dell'articolo 1 della legge n.210 del 1998. Poiché al fine di dirimere dubbi interpretativi si è reso necessario apportare modifiche alla preesistente normativa, è stata colta l'opportunità per disciplinare l'intero settore in maniera organica, trattando sistematicamente i bandi di concorso, la costituzione ed i lavori delle Commissioni giudicatrici, l'accertamento della regolarità degli atti e delle nomine in ruolo, nonché la pubblicità degli atti.<br><br> Previa relazione del Ministro per la Funzione Pubblica, Bassanini, il Consiglio ha espresso la propria valutazione positiva in ordine al contratto collettivo nazionale di lavoro 1998-2001 per il personale del comparto aziende (Vigili del fuoco, AIMA e Monopoli di Stato), con esclusione delle norme che definiscono il sistema di finanziamento dei pasaggi di personale ai livelli retributivi superiori all'interno delle areee, relativamente all'AIMA ed ai Monolpoli di Stato;<br> <br>Il Consiglio ha poi adottato le seguenti deliberazioni:<br> su proposta del Ministro dell'Interno: <br>- un decreto del Presidente della Repubblica con cui viene conferita la cittadinanza italiana al dott. Janming ZHOU, illustre studioso di economia agraria, internazionalmente noto per le sue pubblicazioni sul problema dello sviluppo rurale nelle regioni meno progredite, il cui contributo professionale e scientifico nel campo delle problematiche suddette è di notevole rilevanza per il futuro agricolo dell'Italia; <br> su proposta del Presidente del Consiglio dei Ministri:<br>- nomina del consigliere della Corte dei conti dott. Vincenzo GAMBARDELLA a componente della Commissione statale di controllo sugli atti della Regione Umbria;<br> su proposta del Ministro delle Finanze:<br>- nomina del presidente di sezione del Consiglio di Stato dott. Giovanni PALEOLOGO a presidente della Commissione tributaria centrale;<br> su proposta del Ministro della Difesa:<br>- promozione a tenente generale del maggiore generale del Corpo degli ingegneri Roberto DI CAPUA;<br> su proposta del Ministro dell'Industria, Commercio e Artigianato:<br>- avvio della procedura per la conferma del dott. Pasquale D'ACUNZI a presidente dell'Istituto nazionale per le conserve alimentari.<br><br>Il Consiglio, infine, su proposta del Ministro per gli Affari Regionali, Bellillo, ha esaminato talune leggi regionali a norma dell'art.127 della Costituzione.<br> La seduta ha avuto termine alle ore 14,10.<br><br>---===ooo0ooo===---<br><br> <br> <br><br><br>
    0:42 Durata: 2 min 57 sec