06 AGO 2003

Di Pietro: Filodiretto con gli ascoltatori

[NON DEFINITO] | - 00:00 Durata: 51 min 42 sec

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

Roma, 06 agosto 2003 - ''Questa sentenza è la dimostrazione che i giudici sanno fare pulizia in casa propria, non è colpa loro se poi a concorrere a commettere questi reati ci sono persone che una volta facevano gli avvocati e ora fanno i parlamentari''.

Così Antonio Di Pietro, nel corso di un filo diretto a Radio Radicale condotto da Alessio Falconio, commenta a caldo le motivazioni della sentenza del processo Lodo Mondadori-Imi Sir.''Se fosse per me, questa sentenza la imposterei sulle responsabilità di coloro che hanno percepito il denaro - prosegue poi il leader di Italia dei Valori -
La sentenza riguarderà il ruolo contra legem dei magistrati corrotti che sono stati condannati più che i corruttori.

Il capo di imputazione dice che Previti e compagnia bella hanno dato soldi a Squillante e compagnia bella e quei soldi provenivano dal gruppo Fininvest.

Ora bisogna capire chi è il mandante.

Insomma, bisogna capire chi ha ricevuto soldi ma anche chi glieli ha dati, perché i soldi mica arrivavano dal cielo, qualcuno glieli avrà dati''.

leggi tutto

riduci