26 OTT 2003

Global - edizione del 26 ottobre 2003

[NON DEFINITO] | di Claudio Landi - 00:00 Durata: 52 min 38 sec

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

Roma, 26 ottobre 2003 - Dove va l’India, la più grande e popolosa nazione del pianeta? Nuova Delhi è da mesi al centro della politica internazionale.

È corteggiata dagli Stati Uniti nel quadro della strategia di ‘contenimento’ tentata dall’amministrazione Bush contro la Cina (salvo essere costretta a negoziare con il regime cinese i rapporti monetari yuan-dollaro); è corteggiata da Israele; è corteggiata dalla Russia, storico alleato dell’India.

insomma è al centro della politica asiatica: nelle settimane scorse il premier di Israele ha visitato Nuova Delhi e ha consolidato i
rapporti politici e militari: Israele si prepara a vendere all’India importanti sistemi di armamenti tecnologicamente avanzati.

Ne abbiamo parlato con Michelguglielmo Torri, professore di storia dell’Asia, studioso di India e autore di una importante ‘storia dell’India’.

Ma, come abbiamo detto, Stati Uniti e Cina stanno discutendo da mesi sui rispettivi rapporti monetari: lo yuan, la valuta cinese, è ampiamente sottovalutata ma essendo una moneta sotto controllo politico non oscilla secondo valutazioni di mercato.

La sottovalutazione dello yuan mette ovviamente in difficoltà la ripresa economica Usa, già caratterizzata da profondi e pericolosi squilibri finanziari e sociali.

L’amministrazione Bush sta cercando da tempo di convincere Pechino a rivalutare.

Senza successo: la Cina, come i massimi vertici hanno spiegato a Bush padre in missione nella capitale dell’Impero di mezzo, accetta la cooperazione monetaria, ma in cambio gli Stati Uniti dovrebbero ‘mostrare più volontà’ nella crisi coreana.

Guarda caso proprio in questi giorni, Bush figlio ha decisamente aperto alla richiesta della Nord Corea per una garanzia formale di non aggressione da parte americana: siamo vicini al un accordo politico e strategico parziale ma importante fra Pechino e e l’amministrazione repubblicana? Ne abbiamo parlato con Natale D’Amico, già dirigente della Banca d’Italia, senatore della Margherita ed iscritto al Partito Radicale Transnazionale.Infine la situazione interna degli Stati Uniti e le iniziative della Troika Europea, Francia, Germania e Gran Bretagna, in Iran: ne abbiamo parlato rispettivamente con il politologo Gianfranco Pasquino e con l’ambasciatore Sergio Romano.Claudio Landi.

leggi tutto

riduci

  • Introduzione di Claudio Landi

    0:00 Durata: 6 min 50 sec
  • Michelguglielmo Torri, professore di storia dell’Asia, studioso di India e autore di una importante ‘storia dell’India’

    Dove va l’India, la più grande e popolosa nazione del pianeta?
    0:06 Durata: 16 min 39 sec
  • Natale D’Amico, già dirigente della Banca d’Italia, senatore della Margherita ed iscritto al Partito Radicale Transnazionale

    Stati Uniti e Cina: i rapporti monetari
    0:23 Durata: 10 min 1 sec
  • Gianfranco Pasquino, politologo

    La situazione interna degli Stati Uniti e le iniziative della Troika Europea in Iran
    0:33 Durata: 9 min 12 sec
  • Sergio Romano

    0:42 Durata: 9 min 19 sec
  • Conclusioni di Claudio Landi

    0:52 Durata: 37 sec