08 DIC 2001

Corte Penale Internazionale: Conferenza di Praga sulla ratifica e l'attuazione dello Statuto (II giornata)

[NON DEFINITO] | - 00:00 Durata: 5 ore 16 min

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

Il punto della situazione sulle ratifiche già effettuate (47), ma anche lo stato d'avanzamento degli iter per nuove ratifichePraga, 8 dicembre 2001 - Seconda e ultima giornata di lavori per la Conferenza intergovernativa regionale sulla Corte Penale Internazionale, organizzata da "Non c'è pace senza giustizia", in collaborazione con il ministero degli Esteri della Repubblica Ceca, la Presidenza belga dell'Ue, e con la partecipazione di 12 paesi dell'Europa centrale e dei Balcani.

Le 47 ratifiche già effettuateA fare il punto delle 47 leggi di ratifica già promulgate è Maria Carmen Colitti
di "Non c'è pace senza giustizia": 10 ratifiche in Africa, ma Benin e Guinea sono vicinissime all'approvazione, 9 in Sudamerica e Caraibi, ma Colombia, Ecuador e Cile hanno avviato l'iter parlamentare, mentre in Asia ha ratificato il solo Tagikistan, ma in Cambogia, Thailandia e Filippine si registrano segnali incoraggianti.Per quanto riguarda l'Europa, con le recenti ratifiche di Polonia e Ungheria si è saliti a un totale di 22 (12 nell'Ue), ma Estonia, Slovenia, Portogallo e Grecia ratificheranno entro l'anno, la Romania a gennaio, la Slovacchia a marzo, mentre nei primi sei mesi del 2002 è attesa la ratifica dell'Irlanda.Questioni giuridiche e costituzionaliNelle relazioni di tutti i paesi partecipanti sono state esposte le situazioni interne agli Stati e importanti questioni giuridiche e costituzionali da risolvere: l'atto della consegna di un soggetto dallo Stato alla Corte (cosa ben diversa dall'estradizione, che prevede il passaggio da uno Stato ad un altro Stato) e il problema dell'immunità.Qualche problema per la ratifica nella Repubblica Ceca, paese ospitante la Conferenza, dove l'opposizione, che però è maggioranza in Parlamento, ostacola il processo di ratifica.Obiettivo: 60 ratifiche e operatività della Corte nel luglio 2002A conclusione della conferenza è stata letta una dichiarazione finale di impegno simbolico.

L'obiettivo che si prefigge "Non c'è pace senza giustizia" è di arrivare nel luglio 2002, alla giornata mondiale della giustizia penale internazionale, con 60 ratifiche e l'operatività della Corte.

leggi tutto

riduci

  • Vojtech Cepl, giudice della Corte Costituzionale della Repubblica Ceca, Professore di Diritto Civile presso la Charles University, Praga

    <br>Indice degli interventi
    0:00 Durata: 2 min 52 sec
  • Mauro Politi, Professore di Diritto Internazionale presso l'Università di Trento, introduce e modera

    0:02 Durata: 1 min 23 sec
  • Maria Carmen Colitti, Consigliere legale NPWJ; Relazione «Toward the 60th ratification: State of the play of the process»

    0:04 Durata: 12 min 56 sec
  • Michael Plachta, Professore di Diritto, ordinario di Procedura Criminale presso la Gdansk University, Polonia; Relazione: «Issues related to the accession and ratification of the Rome Statute»

    0:17 Durata: 30 min 27 sec
  • Daniel Frank, Vice Capo della sezione di Diritto Penale Internazionale dell'Ufficio Federale di Giustizia della Svizzera; Relazione «States obligations in relation to the implementation of the Statute»

    0:47 Durata: 18 min 18 sec
  • Gilbert Bitti, Ministero della Giustizia, Francia; Relazione «The ICC and States Parties: co-operation with the Court and enforcement of sentences»

    1:05 Durata: 21 min 48 sec
  • Georg Witchel (DE) Direttore della Divisione degli Affari del Consiglio di Sicurezza del Ministero degli Affari Esteri, Germania

    <br>Sospensione<br><br><strong>«Mechanism being put into place for rewiew of constitution and criminal law»</strong><p><em>L'esempio della Germania</em>
    1:28 Durata: 27 min 17 sec
  • Gilbert Bitti

    <br><em>L'esempio della Francia</em>
    1:55 Durata: 15 min 47 sec
  • Ian Varso, Slovacchia

    <br>Discussione
    2:11 Durata: 1 min 33 sec
  • Gilbert Bitti

    2:12 Durata: 2 min 7 sec
  • Gianfranco Dell'Alba, Eurodeputato Lista Bonino NPWJ, modera

    <br><strong>Terza sessione</strong><br><strong>: «Ratification and Implementations in Central and Eastern European Countries»</strong>
    2:16 Durata: 2 min 18 sec
  • Eduard Sulo, delegato dell'Albania

    2:18 Durata: 5 min 56 sec
  • Ion Morei, ministro di Giustizia della Moldava (L'intervento è in una lingua non meglio identificata, sulla versione italiana è presente la traduzione in inglese)

    2:24 Durata: 6 min 8 sec
  • Diana Kovatcheva, delegata della Bulgaria

    2:30 Durata: 5 min 6 sec
  • Mitza Mandic, delegata della Croatia

    2:35 Durata: 11 min 30 sec
  • Jaroslav Horac, (CZ) Direttore legale, Ministero degli Affari Esteri della Repubblica Ceca

    2:47 Durata: 9 min 36 sec
  • Marina Kuljurand, delegata dell'Estonia

    2:56 Durata: 11 min 4 sec
  • Zsolt Hetsey, Consigliere legale delle Missione Permanente dell'Ungaria Presso le Nazioni Unite, delegato Ungheria

    3:07 Durata: 11 min 42 sec
  • Inese Krastina, Ministero della Giustizia, delegata della Lettonia

    3:19 Durata: 7 min 46 sec
  • Agnieszka Dabrowiecka, delegata della Polonia

    3:27 Durata: 4 min 43 sec
  • Cristina Luzescu, delegata della Romania

    3:31 Durata: 22 min 2 sec
  • Ian Varso, delegato Slovacchia

    3:54 Durata: 14 min 55 sec
  • Peter Pavlin, delegato Slovenia

    4:08 Durata: 11 min 46 sec
  • Gilbert Bitti, sintetizza i lavori del pomeriggio

    4:20 Durata: 9 min 57 sec
  • Sergio Stanzani, Presidente di No Peace Without Justice

    <br><strong>Sessione conclusiva</strong>
    4:30 Durata: 37 min 24 sec
  • Jaroslav Horac, (CZ) Direttore Legale, Ministero degli Affari Esteri della Repubblica Ceca

    5:08 Durata: 4 min 16 sec
  • Niccolò Figà Talamanca legge il documento finale della Conferenza di Praga

    5:12 Durata: 5 min 53 sec