30 GEN 2002

Sanità: Seguito audizione Sirchia sulla Croce Rossa Italiana

[NON DEFINITO] | - 00:00 Durata: 32 min 56 sec

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

Seguito dell'indagine conoscitiva sullo stato della Croce Rossa Italiana: audizione di Girolamo Sirchia, ministro della Salute.

Registrazione audio di "Sanità: Seguito audizione Sirchia sulla Croce Rossa Italiana", registrato mercoledì 30 gennaio 2002 alle 00:00.

La registrazione audio ha una durata di 32 minuti.
  • Relazione di Girolamo Sirchia, ministro della Salute

    Il ministro Sirchia precisa preliminarmente che dall'inchiesta condotta dal Ministero della salute sulla Croce Rossa Italiana non sono emerse situazioni di illegittimità, essendo stati riscontrati esclusivamente nodi problematici di tipo amministrativo e attinenti a situazioni di conflittualità tra organi interni dell'ente. Ricorda che successivamente è stato trasmesso al Ministero un nuovo schema di statuto che tuttavia non ha ottenuto l'approvazione dei competenti organi ministeriali e per il quale è stato altresì espresso un parere negativo da parte del Ministero della funzione pubblica. Nel frattempo l'attivazione delle procedure elettorali degli organi periferici della Croce Rossa Italiana è stata valutata dal Ministero non del tutto opportuna in tale fase, atteso il carattere di transitorietà della situazione giuridico-istituzionale dell'ente in questione. In tale contesto il Ministero, previo confronto con tutti i soggetti interessati - compresi i rappresentanti della Croce Rossa Italiana - ha ritenuto opportuno prorogare la vigenza degli organi periferici nell'attuale fase transitoria, prospettando la sospensione delle procedure elettorali in attesa del riordino complessivo dell'ente, allo scopo di garantire da una parte la funzionalità della Croce Rossa in tale fase provvisoria, dall'altra di consentire agli organi competenti un lasso di tempo adeguato per l'elaborazione dei testi normativi di riforma dell'ente; tali modifiche normative sono finalizzate a garantire un miglioramento dell'efficienza dei moduli organizzativi nonché dei meccanismi di coordinamento dei rapporti fra le varie componenti della Croce Rossa Italiana. <br>Indice degli interventi<br>L'audizione comincia alle 14h45<br>Presidenza del Presidente <strong>Antonio Tomassini</strong><br>
    0:00 Durata: 7 min 9 sec
  • Giorgio Tonini (DS-U)

    Interviene il senatore Tonini ringraziando il Ministro per la disponibilità dimostrata a fronte della richiesta di audizione inoltrata dalla Commissione.<br>Rileva che le argomentazioni esplicative fornite dal Ministro risultano congrue e condivisibili, anche se i motivi sottesi alla decisione assunta in ordine alla sospensione dei procedimenti elettorali degli organi periferici della Croce Rossa Italiana hanno creato qualche perplessità in alcune realtà periferiche, non essendo state a volte comprese fino in fondo le esigenze e la finalità che hanno ispirato tale provvedimento. Siffatta situazione rende opportuna una celerità nell'espletamento dell'iter necessario alla riforma dello statuto della Croce Rossa Italiana.<br>Prospetta infine l'opportunità di acquisire il testo del parere negativo del Ministero della funzione pubblica espresso in ordine allo schema di statuto della Croce Rossa Italiana, non approvato dagli organi ministeriali competenti. <br>Osservazioni e quesiti dei Commissari<br>
    0:07 Durata: 2 min 48 sec
  • Emanuela Baio Dossi (Mar-DL-U)

    Interviene la senatrice Baio Dossi la quale esprime compiacimento per la pacatezza e l'equilibrio politico dimostrato dal Ministro in tale situazione, ringraziandolo per le informazioni fornite alla Commissione.<br>Osserva poi che l'unitarietà dei moduli organizzativi della Croce Rossa Italiana e in particolare il nesso di consecutio che sussiste tra la nomina degli organi periferici e la nomina degli organi centrali - essendo questi ultimi emanazione dei primi - rende problematica l'adozione di provvedimenti atti a prorogare la vigenza dei soli organi periferici. <br>
    0:09 Durata: 3 min 37 sec
  • Flavio Tredese (FI)

    Interviene il senatore Tredese, esprimendo un giudizio positivo in ordine alla decisione del Ministro di prorogare la vigenza di organi periferici, al fine di consentire un riordino normativo atto a risolvere i nodi problematici attinenti alla Croce Rossa Italiana, tra i quali vanno annoverati i rapporti tra la componente militare e la componente volontaristica, spesso in grado di generare situazioni di disagio per entrambe le parti. Auspica infine l'inquadramento operativo-funzionale della Croce Rossa Italiana nell'ambito della protezione civile. <br>
    0:13 Durata: 2 min 8 sec
  • Gaetano Fasolino (FI)

    Ha la parola il senatore Fasolino il quale ritiene pienamente condivisibile la linea politica e le decisioni adottate dal Ministro in tale frangente, sottolineando che le stesse hanno contribuito a fornire serenità al settore in questione, in relazione al quale nel corso dell'indagine conoscitiva sono emerse situazioni di difficoltà operativa e organizzativa. <br>
    0:15 Durata: 1 min 18 sec
  • Gianluigi Magri (CCD-CDU-BF)

    Interviene il senatore Magri auspicando che le risultanze emerse dall'indagine conoscitiva svolta dalla Commissione vengano tenute nel debito conto dal Ministero della salute nell'espletamento delle attività decisionali attinenti alla materia in questione. <br>
    0:17 Durata: 1 min 44 sec
  • Presidente

    Il presidente Tomassini interviene per aderire all'esortazione espressa dal senatore Magri, alla quale si associa anche il senatore Tredese. Nel ricordare la valenza funzionale insita nella natura dell'indagine conoscitiva, quale risulta dall'articolo 48 del Regolamento del Senato, osserva che tale strumento acquisisce un valore maggiormente pregnante qualora le risultanze emerse nel corso della stessa vengano tenute nel debito conto nella formulazione di una proposta di riforma. <br>
    0:18 Durata: 36 sec
  • Francesco Salzano (Aut)

    Il senatore Salzano chiede chiarimenti in ordine all'individuazione dei soggetti che intervengono nella stesura dello statuto della Croce Rossa Italiana, nonché sul ruolo assunto dal Parlamento in relazione a tale testo normativo. <br>
    0:19 Durata: 21 sec
  • Giuseppe Semeraro (AN)

    Interviene il senatore Semeraro per chiedere al Ministro se vi siano state rimostranze da parte di organi provinciali della Croce Rossa Italiana in ordine alla decisione assunta dal Ministero della salute rispetto alle procedure elettorali di rinnovo dei componenti degli stessi. <br>
    0:19 Durata: 1 min 25 sec
  • Giuseppe Mascioni (DS-U)

    Ha la parola il senatore Mascioni il quale ritiene condivisibile le motivazioni espresse dal Ministro nel corso della presente audizione, giudicando equilibrato il suo intervento con il quale tra l'altro è stato chiarito che dai procedimenti di inchiesta attivati dal Ministero non è emersa alcuna situazione di illegittimità nell'ambito della gestione della Croce Rossa Italiana, ma solo nodi problematici attinenti all'ambito dei rapporti interni fra organi. Auspica che il riordino della Croce Rossa Italiana consenta di superare tali difficoltà. <br>
    0:21 Durata: 3 min 40 sec
  • Replica di Girolamo Sirchia

    Interviene il ministro Sirchia in sede di replica, ringraziando preliminarmente i senatori intervenuti. Osserva che l'attuale quadro normativo afferente alla Croce Rossa Italiana presenta profili complicati e a volte contraddittori, creando spesso problemi gestionali. <br>Rileva poi che la natura pubblica dell'ente in questione non appare del tutto compatibile con la matrice volontaristica propria dello stesso. Nel sottolineare l'importanza del ruolo rivestito dalla Croce Rossa Italiana in ambito nazionale e internazionale, evidenzia comunque la necessità di prendere coscienza dei nodi problematici che potrebbero ledere l'immagine della Croce Rossa Italiana.<br>Giudica non del tutto opportuna una modifica statutaria elaborata "a legislazione vigente", ritenendo in particolare preferibile una previa riforma legislativa dell'ente.<br>In riferimento al quesito formulato dal senatore Salzano inerente all'individuazione degli organi competenti alla redazione dello statuto, chiarisce che tale attività verrà espletata dalla Croce Rossa Italiana, in collaborazione con il Ministero della salute, prospettando altresì l'opportunità di coinvolgere il Parlamento nella relativa procedura.<br>Per quel che concerne il quesito prospettato dal senatore Semeraro precisa che non risulta al Ministero della salute una reazione negativa da parte della Croce Rossa Italiana in ordine ai provvedimenti adottati per i procedimenti elettorali volti al rinnovo degli organi periferici, essendo emersa solo qualche isolata posizione di dissenso.<br><br>Il presidente Tomassini, nel ringraziare il Ministro per il suo intervento, esprime apprezzamento per l'intenzione, manifestata dallo stesso, di coinvolgere il Parlamento nella procedura di modifica statutaria.<br>Il seguito dell'indagine conoscitiva è quindi rinviato.<br>La seduta termina alle 15h20. <br>
    0:24 Durata: 8 min 10 sec