20 FEB 2002

Vigilanza Rai: Seguito discussione sulla disciplina delle tribune politiche

[NON DEFINITO] | - 00:00 Durata: 43 min 14 sec

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

Seguito della discussione sulla disciplina delle tribune politiche tematiche nazionali e regionali, nonché sulla disciplina dell'accesso regionale, ed esame di eventuali risoluzioni.

Registrazione audio di "Vigilanza Rai: Seguito discussione sulla disciplina delle tribune politiche", registrato mercoledì 20 febbraio 2002 alle 00:00.

La registrazione audio ha una durata di 43 minuti.
  • Antonio Falomi (DS-U)

    Il Presidente ricorda che nella seduta precedente il deputato Caparini aveva svolto la relazione. Dichiara quindi aperta la discussione generale.<p>Il senatore Falomi esprime apprezzamento per la relazione del deputato Caparini, che ha sostanzialmente sviluppato i temi emersi nel corso dell'audizione della dottoressa Buttiglione e del dottor Camilli.<br>La relazione ha confermato che l'applicazione delle norme sul pluralismo e sulla par condicio rappresenta un punto critico per la riuscita, in termini di interesse al programma, delle tribune politiche tematiche, che nella fase sperimentale sono state certamente danneggiate dalla necessità di far partecipare un gran numero di soggetti politici per ogni trasmissione, ovvero di effettuare più tribune sullo stesso tema.<br>L'oratore condivide l'opinione secondo la quale le tribune dovrebbero essere organizzate secondo un modello del dibattito a due, coerente del resto con il carattere bipolare ormai assunto dal sistema politico italiano; tuttavia occorre fare uno sforzo per realizzare un modello sufficientemente elastico da tener conto dell'esigenza di dare adeguati spazi alle posizioni delle forze politiche estranee alle due coalizioni alternative - non solo Rifondazione comunista, ma anche i radicali che sono presenti con una importante rappresentanza al Parlamento europeo - nonché delle alterne vicende che possono verificarsi nella vita di una coalizione.<br>Il senatore Falomi condivide altresì l'opportunità segnalata dal relatore di studiare la possibilità di formule editoriali più agili ed accattivanti di quelle tradizionali.<br>Indubbiamente la relazione ha posto in luce come i problemi più gravi investano la realizzazione delle tribune tematiche regionali, dove c'è soprattutto un problema di inserimento nel palinsesto, che non può essere realizzato senza una significativa modifica degli schemi editoriali di RAITRE.<br>In proposito egli ritiene che, nel quadro di un allargamento degli spazi regionali di RAITRE, dovrebbe essere valutata anche la possibilità, al fine di non sottrarre risorse alla Rete, di prevedere spazi pubblicitari regionali, che possano attivare investitori non interessati alla pubblicità su scala nazionale ma di significativo rilievo regionale. <br>Indice degli interventi<br>La seduta comincia alle 14h15<br>Presidenza del Presidente <strong>Claudio Petruccioli</strong><p>Discussione generale
    0:00 Durata: 8 min 16 sec
  • Presidente

    Il Presidente condivide le osservazioni del senatore Falomi riguardo alla necessità di individuare una formula che consenta di mediare tra l'esigenza di realizzare tribune di carattere bipolare e quella di rappresentare tutti i soggetti politici ed in particolare quelli estranei alle due coalizioni principali. A suo parere la soluzione del problema deve essere ricercata coinvolgendo le forze politiche, alla cui disponibilità è subordinata l'efficacia di qualsiasi soluzione proposta, così che egli ritiene che sarebbe opportuno chiedere ai Gruppi parlamentari della Camera dei deputati e del Senato di far conoscere a questa Commissione la loro opinione in merito.<br>L'oratore esprime invece perplessità sulla possibilità per la Commissione di intervenire sulla formula editoriale delle tribune, che deve indubbiamente essere lasciata alla libertà professionale dei responsabili delle trasmissioni.<br>Il Presidente condivide poi l'esigenza, rappresentata dal deputato Caparini nella sua relazione, di un'audizione di una rappresentanza dei Corerat e delle Regioni.<br>Infine, con riferimento alla questione da lui già sollevata ieri di assicurare una maggiore visibilità all'attività della Commissione e della Sottocommissione permanente per l'accesso, egli ritiene che il vice presidente Caparini potrebbe approfondire la possibilità di migliorare l'accessibilità e la visibilità di questa Commissione sui siti internet del Senato e della Camera dei deputati. <br>
    0:08 Durata: 9 min 57 sec
  • Paolo Gentiloni (MARGH-U)

    Il deputato Gentiloni Silveri, nel ringraziare il relatore Caparini per l'approfondita illustrazione delle problematiche delle tribune e dell'accesso regionale, condivide la proposta del Presidente di coinvolgere i Gruppi parlamentari nell'individuazione di una formula che garantisca ad un tempo il pluralismo e la snellezza delle tribune. Tuttavia egli invita a tener presente il rischio che, nella esasperata ricerca della formula di dibattito «bipolare», le tribune possano diventare oggetto di quelle stesse polemiche e recriminazioni sui soggetti politici invitati che oggi seguono spesso a trasmissioni di approfondimento politico, dove la scelta dei soggetti è giustamente rimessa alla discrezionalità del conduttore.<br>Si chiude la discussione. <br>
    0:18 Durata: 3 min 59 sec
  • Replica di Davide Caparini (LNP)

    Intervenendo in sede di replica il relatore Caparini ringrazia i commissari intervenuti per le lusinghiere valutazioni della sua relazione e per gli interessanti suggerimenti. In particolare egli condivide la proposta del Presidente di coinvolgere i Gruppi parlamentari nella valutazione della formula più opportuna per equilibrare le esigenze del pluralismo con quelle dell'agilità delle tribune. È invece dubbioso sulla proposta del senatore Falomi di consentire alla RAI di finanziare la programmazione regionale con la pubblicità locale, perché ciò finirebbe per soffocare le piccole emittenti che, solo grazie alla pubblicità locale, riescono oggi a racimolare il due per cento del mercato pubblicitario.<br>Nel ribadire l'opportunità, segnalata dal Presidente, di audizioni dei Corecom e delle Regioni, il relatore ritiene anche opportuno effettuare un'audizione di giornalisti esperti nella conduzione di trasmissioni di approfondimento politico al fine di avere elementi di conoscenza sul miglior format possibile per le tribune tematiche.<br>Il relatore accoglie poi l'invito del Presidente a verificare la possibilità di una maggiore visibilità dell'attività della Commissione sui siti internet del Senato della Repubblica e della Camera dei deputati.<br>Infine condivide le valutazioni espresse nella seduta di ieri dal deputato Butti circa la necessità di uno sforzo per aumentare la consapevolezza nelle associazioni e nell'opinione pubblica delle possibilità offerte dall'accesso televisivo, eventualmente anche cambiando una terminologia che è obiettivamente di non immediata comprensione. <p>
    0:22 Durata: 8 min 22 sec
  • Presidente

    Il Presidente osserva che le audizioni di giornalisti proposte dal deputato Caparini possono essere svolte se ad esse si intende dare il valore di strumento per l'approfondimento sui temi della comunicazione politica in generale; non sembra invece opportuno che la Commissione entri in dettaglio sulla questione della formula editoriale delle tribune, cosa che sarebbe certamente troppo cogente, anche in considerazione del fatto che già l'individuazione dei criteri per la selezione dei soggetti politici da invitare ad ogni singola trasmissione è sufficiente a disegnare il profilo generale delle trasmissioni.<br>Il seguito della discussione è quindi rinviato.<br>La seduta termina alle 14h40. <br>
    0:30 Durata: 12 min 40 sec