21 MAR 2002

Vigilanza Rai: Audizione Cheli, Pres. authority TLC

[NON DEFINITO] | - 00:00 Durata: 23 min 23 sec

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

Audizione dell'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni Enzo Cheli.

Registrazione audio di "Vigilanza Rai: Audizione Cheli, Pres. authority TLC", registrato giovedì 21 marzo 2002 alle 00:00.

La registrazione audio ha una durata di 23 minuti.
  • Introduzione e domande poste dal Presidente

    <br>Indice degli interventi<br>L'audizione comincia alle 14h00<br>Presidenza del Presidente <strong>Davide Caparini</strong><br>La registrazione comincia quando la seduta è già iniziata
    0:00 Durata: 2 min 53 sec
  • Replica di Enzo Cheli, Presidente authority TLC

    Il professor Cheli osserva in primo luogo che nei suoi due primi anni di applicazione la legge n. 28 del 2000 ha sicuramente fornito buona prova di sè; la legge infatti è apparsa sostanzialmente in grado di garantire il pluralismo e la parità di condizioni nelle campagne elettorali, ed è significativo il fatto che vi siano state poche denuncie di infrazioni, per la maggior parte risolte in senso favorevole all'incolpato.<br>Dal punto di vista dei rimedi previsti, la legge n. 28 del 2000 formula una casistica molto particolareggiata sia delle infrazioni che delle sanzioni, la maggior parte delle quali in forma specifica così che non vi è nella normativa in vigore molto spazio per ipotesi di tipo risarcitorio.<br>In ogni caso la normativa è a suo parere perfettibile, da una parte in quanto potrebbero essere semplificate alcune procedure che risultano onerose soprattutto per le emittenti locali, dall'altra perché in particolare le procedure di infrazione presentano qualche difficoltà applicative dovute al fatto che, mentre è necessario garantire la massima rapidità della procedura e tempestività della sanzione dal momento che in periodo elettorale una tutela ritardata finirebbe per risultare inutile, al tempo tale tempestività si traduce necessariamente in una sommarietà dell'istruttoria che espone l'Autorità garante per le comunicazioni al rischio di errori e di successive soccombenze in sede di giustizia amministrativa.<br>Il professor Cheli fa quindi presente, con riferimento alla questione dei monitoraggi, che è in corso di definizione, probabilmente entro la prossima settimana, la gara europea d'appalto di tali servizi.
    0:02 Durata: 5 min 34 sec
  • Replica di Giuseppe Sangiorgi, componente dell'authority TLC

    Il dottor Sangiorgi lustra i criteri che presiedono alla ripartizione, in parti uguali tra le liste proporzionali e i candidati a sindaco o presidente della provincia, dei tempi della comunicazione politica gestita dalle Reti nel periodo tra la presentazione delle candidature e il giorno delle elezioni.<br>Egli si sofferma quindi sulla questione relativa al controllo sulle metodologie dei sondaggi, osservando che nel periodo precedente a quello in cui è vietata la loro pubblicazione e trasmissione, essi non possono essere diffusi se non corredati da una nota informativa che indica l'autore del sondaggio, il committente o l'acquirente, i criteri seguiti per la formazione del campione e lo svolgimento del sondaggio, la percentuale delle persone che hanno risposta a ciascuna domanda, e la data del sondaggio.<br>Il dottor Sangiorgi condivide le preoccupazioni manifestate dal senatore Falomi circa l'uso improprio che viene spesso fatto della comunicazione istituzionale; in proposito egli osserva che l'autorità è intervenuta in diverse occasioni su questa materia, anche se spesso proprio il carattere formale di comunicazione istituzionale dei messaggi incriminati determina l'incompetenza dell'Autorità stessa.<br>Il dottor Sangiorgi si sofferma quindi sulla necessità di garantire anche in periodo elettorale, considerato il carattere parziale delle elezioni in questione, lo svolgimento della comunicazione politica ordinaria.<br>In proposito egli fa presente che, paradossalmente l'autorità è riuscita ad ottenere il rispetto degli obblighi di legge in materia di comunicazione politica nei periodi non elettorali più da parte delle radiotelevisioni commerciali che da parte del servizio pubblico, in quanto la RAI si è più volte fatta scudo della mancata indizione di tali manifestazioni da parte della Commissione parlamentare per l'indirizzo generale e la vigilanza dei servizi radiotelevisivi, e ciò anche a causa del lungo periodo di aggiornamento della Commissione stessa; l'Autorità per le garanzie delle comunicazioni ha ritenuto che la norma sulla comunicazione politica nel periodo non elettorale dovesse essere oggetto di autoapplicazione, ma la RAI ha con successo fatto ricorso al Tar contro tale interpretazione. <br>
    0:08 Durata: 7 min 34 sec
  • Antonio Falomi (DS-U) per porre alcune questioni

    Il senatore Falomi si associa in primo luogo alle domande formulate dal relatore e dal deputato Gentiloni Silveri e chiede in particolare, con riferimento alla questione della tempestività e della efficacia delle sanzioni, se a parere degli auditi possa essere ritenuto utile o auspicabile il ricorso a risarcimenti pecuniari.<br>Il senatore Falomi chiede altresì di conoscere come venga affrontato il problema della ripartizione dei tempi tra le coalizioni e le liste proporzionali, comprese quelle non coalizionali.<br>Infine chiede di conoscere come viene affrontato il problema, che negli ultimi tempi è sempre più rilevante a livello locale, di un uso distorto della comunicazione istituzionale, usata con fini che sarebbero invece propri della comunicazione politica e della propaganda elettorale. <br>
    0:16 Durata: 1 min 50 sec
  • Replica di Giuseppe Sangiorgi

    <br>
    0:17 Durata: 3 min 11 sec
  • Conclusioni del Presidente

    Il Presidente fa presente che è attualmente all'esame della Commissione la modifica della disciplina delle Tribune politiche tematiche nazionale e regionali, proprio perché si vuole assicurare una sede di comunicazione politica costante e riconoscibile dagli utenti.<br>Il presidente, deputato Caparini, dichiara quindi conclusa l'audizione.<br>La seduta termina alle 15h00. <br>
    0:21 Durata: 2 min 21 sec