26 NOV 2002

Antimafia: Seguito discussione sulla normativa concernente il trattamento dei collaboratori di giustizia

[NON DEFINITO] | - 00:00 Durata: 59 min 20 sec

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

Seguito della discussione, ai sensi dell'articolo 1 della legge istitutiva 19 ottobre 2001, n.

386, su questioni emerse in sede di applicazione della normativa concernente il trattamento dei collaboratori di giustizia e sul termine per la redazione del verbale illustrativo dei contenuti della collaborazione previsto dall'art.

16-quater del decreto-legge 15 gennaio 1991, n.

8, convertito con modificazioni nella legge 15 marzo 1991, n.

82, nel testo modificato dalla legge 13 febbraio 2001, n.

45 .

Registrazione audio di "Antimafia: Seguito discussione sulla normativa concernente il trattamento dei
collaboratori di giustizia", registrato martedì 26 novembre 2002 alle 00:00.

La registrazione audio ha una durata di 59 minuti.

leggi tutto

riduci

  • Carlo Leoni (DS-U)

    Il deputato Leoni ritiene che la puntualità delle prescrizioni necessarie al fine della proroga del termine per la redazione del verbale illustrativo dei contenuti della collaborazione previsto dall'art. 16-quater risponda alle esigenze sia di garanzia sia di contrasto alla criminalità organizzata. La diminuzione delle collaborazioni di giustizia non dipende dalla normativa vigente, la quale potrebbe tuttavia integrarsi con la previsione di una clausola di salvaguardia che consideri eventuali legittimi impedimenti da parte degli uffici giudiziari e di una norma di chiusura volta alla tutela degli interessi costituzionalmente rilevanti per i casi non espressamente previsti. Il deputato Leoni rimarca inoltre l'assoluta gravità dei recenti fatti di violazione degli archivi informatici della Procura di Palermo. <br>Indice degli interventi<br>La seduta inizia alle 09h15<br>Presidenza del Presidente <strong>Roberto Centaro</strong><br>
    0:00 Durata: 8 min 54 sec
  • Giuseppe Nocco (FI)

    Il senatore Nocco dichiara la propria opposizione, anche in considerazione della vicenda giudiziaria del senatore Andreotti, all'ipotesi di proroga del termine per la relazione del verbale illustrativo dei contenuti della collaborazione dei cosiddetti pentiti. <br>
    0:08 Durata: 2 min 53 sec
  • Luigi Vitali (FI)

    Il deputato Vitali ritiene che le questioni emerse in sede di applicazione della normativa concernente il trattamento dei collaboratori di giustizia debbano tenere in debita considerazione le motivazioni che hanno portato il Parlamento della passata legislatura ad individuare un termine certo per la redazione del verbale illustrativo della collaborazione medesima. Può esservi una disponibilità politica per la modifica del sistema solo nella direzione di una previsione puntuale e precisa dei fatti e delle circostanze che possono incidere negativamente sulla effettività di quel termine; non comunque in chiave di proroga, ma esclusivamente nella prospettiva di garantire che il termine dei 180 giorni possa effettivamente essere utilizzato. <br>
    0:11 Durata: 8 min 11 sec
  • Ottaviano Del Turco (Misto-SDI)

    Il senatore Del Turco stigmatizza i recenti fatti di Padova e Palermo e ricorda che le difficoltà incontrate dal giudice Falcone iniziarono con la violazione palese dei luoghi ove venivano riversati i contenuti delle sue indagini. Al riguardo auspica un intervento formale del Presidente e dei Vice Presidenti affinchè rappresentino al Ministro dell'Interno la gravità delle circostanze richiamate. Con riferimento all'oggetto dell'odierna discussione, il senatore DEL TURCO ritiene che ogni intervento legislativo che s'attagli alla specificità e singolarità di una vicenda sia di per se stesso rischioso. Ogni normativa abbisogna di continui perfezionamenti, ma la possibilità di derogare anche nei casi più certi di proficua collaborazione alle regole già presenti nell'ordinamento può comportare una sorta di apparente cedimento rispetto all'effettività del diritto. <p>Il Presidente assicura la Commissione che si attiverà sia presso il Ministero dell'Interno sia presso la Procura di Caltanissetta, al fine di sollecitare ogni necessario approfondimento delle recenti vicende di violazione degli archivi informatici presso la Procura di Palermo. <br>
    0:19 Durata: 6 min 32 sec
  • Giannicola Sinisi (MARGH-U)

    Il deputato Sinisi precisa che la proposta del Comitato di cui egli è coordinatore muove sostanzialmente dall'esigenza di garantire l'effettività del termine già previsto per la redazione del verbale illustrativo dei contenuti della collaborazione dei pentiti e specifica che il prolungamento in presenza di fatti e circostanze rigorosamente previste non può superare comunque il termine di ulteriori 180 giorni. <br>
    0:26 Durata: 47 sec
  • Alberto Gaetano Maritati (DS-U) - Presidente

    Il senatore Maritati rileva l'assoluta e prioritaria necessità di evitare emotività, pregiudizi e timori sulla corretta utilizzazione dell'istituto della collaborazione. Ogni questione deve tradursi nella eventuale discussione sulla professionalità dei soggetti coinvolti, non sulla efficacia della normativa. Alla medesima stregua, deve escludersi la riconduzione alla figura di un particolare pentito delle ragioni dell'odierno dibattito: fatti o vicende contingenti non possono che rappresentare un'occasione, ma giammai la ragione fondamentale di una possibile modificazione della normativa vigente.<p>Il Presidente ricorda che la questione circa l'effettività del termine di 180 giorni non può essere disgiunta da una chiara distinzione tra verbale illustrativo dei contenuti della collaborazione e verbale dell'interrogatorio. <br>
    0:27 Durata: 9 min 44 sec
  • Carlo Vizzini (FI)

    Il senatore Vizzini stigmatizza i recenti fatti occorsi alla Procura di Palermo, la gravità dei quali è di tutta evidenza. Con riferimento all'odierna discussione, il senatore Vizzini auspica che l'effettività del termine di 180 giorni venga garantita attraverso previsioni, la formulazione delle quali sia rigorosa e capace di evitare ogni sorta di dubbio o margine interpretativo. La presidenza può promuovere una sintesi preziosa che eviti spaccature interne alla Commissione foriere esclusivamente di fibrillazioni perniciose, certamente non efficaci nel contrasto alla criminalità organizzata. <p>Il Presidente ritiene che vada prioritariamente ricercato il consenso unanime della Commissione su alcune linee guida che già emergono dalla odierna discussione. <br>
    0:37 Durata: 11 min 3 sec
  • Euprepio Curto (AN) - Giannicola Sinisi (MARGH-U)

    Il senatore Curto esprime forti perplessità rispetto ai possibili abusi dello strumento della collaborazione di giustizia, talvolta sfuggito di mano alla stessa politica. Tuttavia, a fronte di chiare necessità di lotta alla criminalità organizzata non si può prescindere dall'introduzione di meccanismi di «flessibilità rigida», capaci comunque di evitare discrezionalità interpretative rispetto ad una puntuale individuazione di criteri oggettivi.<p>Il Presidente rinvia il seguito della discussione alla seduta già calendarizzata di mercoledì 27 novembre 2002. <br>La seduta termina alle 10h15. <br>
    0:48 Durata: 11 min 16 sec