23 GEN 2003

Questioni Regionali: Audizione De Rita nell'indagine sul ruolo delle autonomie territoriali

[NON DEFINITO] | - 00:00 Durata: 1 ora 8 sec

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

Indagine conoscitiva, ai sensi dell'articolo 48 del Regolamento, concernente il ruolo delle autonomie territoriali per la promozione dello sviluppo, la coesione e la rimozione degli squilibri economici e sociali del Paese.

Audizione del Segretario Generale del CENSIS Giuseppe De Rita. .

Registrazione di "Questioni Regionali: Audizione De Rita nell'indagine sul ruolo delle autonomie territoriali", registrato giovedì 23 gennaio 2003 alle 00:00.

La registrazione ha una durata di 1 ora.
  • Relazione iniziale di Giuseppe De Rita, Segretario Generale del CENSIS

    Il dottor De Rita esordisce rilevando come lo sviluppo economico del Paese negli ultimi decenni abbia determinato un assetto policentrico, caratterizzato dalla formazione di numerosi distretti industriali, che hanno radicalmente modificato l'assetto del territorio.<br>Il mutato quadro economico-sociale rende di fatto assai difficile la gestione dei pubblici poteri mediante modelli istituzionali a dimensione verticale, com'è stato dalle origini dello Stato italiano e fino agli anni '70: la crescita economica connotata dalla costituzione di «isole», di distretti industriali dove si addensano risorse umane e strumenti di produzione, ha creato un tessuto sociale che sempre più postula modelli istituzionali a dimensione orizzontale, atti a coinvolgere i soggetti protagonisti dello sviluppo economico e della produzione di beni e servizi nella gestione della cosa pubblica sul territorio. <br>Il Segretario Generale del CENSIS sottolinea il ruolo crescente delle autonomie funzionali che, nel territorio, si giustappongono alle autonomie elettive, caratteristiche dello Stato decentrato disegnato dalla Costituzione repubblicana e che volge, negli ultimi anni, verso un assetto compiutamente federale: ritiene essenziale tenere conto del peso crescente delle autonomie funzionali in tutto il territorio, riconoscendo in quelle sedi una nuova dimensione di base della democrazia: partendo dalla nuova realtà localistica del Paese sarà possibile realizzare efficaci meccanismi di devoluzione nella gestione dei pubblici poteri. <br>All'interno degli organi elettivi – prosegue l'oratore – accanto al ruolo dei rappresentanti eletti dai cittadini cresce quello dei portatori di interessi collettivi e diffusi collegati alle autonomie funzionali ed alle forze sociali, che si sentono protagonisti del processo di sviluppo policentrico dei Paese; in alcune Regioni un coinvolgimento del genere ha già trovato riscontro nell'attività istituzionale di organi collegiali.<br>Avviandosi alla conclusione, il dottor De Rita rileva come assetti istituzionali ispirati ad un modello verticale, ad una logica discendente del meccanismo di devoluzione dei pubblici poteri, non solo non risolvono i problemi di gestione dei servizi pubblici che esistono, ma non assicurano un funzionamento dei pubblici poteri adeguato alla nuova realtà territoriale: la costruzione di uno Stato piramidale, benché decentrato e di stampo federale, non coglie le esigenze poste da un assetto economico-sociale di carattere marcatamente localistico, come è anche dimostrato dal recente fenomeno di crescita degli abitanti nei centri minori. <p>Il presidente Vizzini ringrazia il Segretario Generale del CENSIS per le riflessioni sulle linee di tendenza dei nuovi assetti sociali ed economici del Paese, che ritiene illuminanti anche ai fini del prosieguo del dibattito politico e parlamentare che è in corso.<br>Sull'analisi svolta dal dottor De Rita intervengono alcuni Commissari. <br>Indice degli interventi<br>L'audizione comincia alle 14h30<br>Presidenza del Presidente <strong>Carlo Vizzini</strong><br>
    0:00 Durata: 24 min 15 sec
  • Egidio Luigi Ponzo (FI)

    Il senatore Ponzo chiede chiarimenti in ordine ai flussi di residenza della popolazione italiana da e verso i piccoli Comuni, avuto anche riguardo alle iniziative legislative attualmente in discussione sull'argomento. <p>
    0:24 Durata: 43 sec
  • Luigi Olivieri (DS-U)

    L'onorevole Olivieri rileva come nei piccoli Comuni si registri da alcuni anni un interessante inversione di tendenza rispetto al passato, con un accresciuto interesse della popolazione verso la qualità della vita e dei servizi offerti dai centri minori. <br>Ha seguito con vivo interesse l'impostazione offerta dal dottor De Rita alla Commissione, che è ispirata ad un federalismo asimmetrico, secondo un modello orizzontale. Si chiede quali siano gli strumenti più idonei a costruire «dal basso» una riforma di stampo federale che valorizzi opportunamente la presenza delle cosiddette autonomie funzionali e se non siano da rivedere integralmente le linee riformatrici seguite sino ad ora e oggetto di confronto serrato nel dibattito politico e parlamentare. <br>
    0:24 Durata: 2 min 38 sec
  • Alberto Zorzoli (FI)

    Il senatore Zorzoli ricorda le scelte istituzionali compiute recentemente dal Consiglio regionale della Lombardia, in direzione del coinvolgimento delle autonomie funzionali nella sua attività istituzionale, al fine di valorizzare il ruolo dei rappresentanti della società civile nel processo di sviluppo della Regione: l'esperienza sembra dimostrare la necessità di iniziative concrete di cambiamento provenienti anche dall'alto. <br>Chiede al dottor De Rita un giudizio del CENSIS sui processi di cambiamento in corso sia in Lombardia sia in altre Regioni. <br>
    0:27 Durata: 2 min 43 sec
  • Giuseppe Bongiorno (AN)

    Il senatore Bongiorno esprime apprezzamento per l'impostazione offerta dal rappresentante del CENSIS, caratterizzata da una netta persa di distanza dagli schemi consueti, seguiti dalle iniziative legislative che sono all'esame del Parlamento: nella interessante stagione di riforme che si è aperta, può risultare utile sperimentare la possibilità di prevedere, accanto ai meccanismi di rappresentanza politica ancorati al territorio, un ruolo per i rappresentanti di interessi collettivi e diffusi. <br>Chiede altresì al Segretario Generale del CENSIS un giudizio sull'opportunità di un maggiore coinvolgimento delle Province e delle Prefetture nel processo di riforma che è in discussione. <br>
    0:30 Durata: 7 min 4 sec
  • Giampaolo Nuvoli (FI)

    L'onorevole Nuvoli esprime apprezzamento per l'esposizione testé svolta dal dottor De Rita. Si chiede con quali meccanismi la presenza delle autonomie funzionali possa essere valorizzata nel processo di riforma in corso, avuto riguardo al fatto che esse, già attualmente, svolgono un ruolo rilevante nell'attività svolta dalle sedi delle autonomie territoriali. <br>
    0:37 Durata: 2 min 47 sec
  • Replica di Giuseppe De Rita

    Il dottor De Rita fornisce infine dettagliati elementi di risposta ai Commissari intervenuti. <p>Il presidente Vizzini si riserva di chiedere nuovamente la collaborazione del CENSIS nella fase successiva a quella attuale delle audizioni, quando la Commissione sarà impegnata nell'esame delle risultanze acquisite sul tema specifico degli squilibri economico-sociali derivanti dal processo di decentramento che è in corso. Ringrazia i rappresentanti del CENSIS e li congeda. <br>La seduta termina alle 15h35. <p>
    0:40 Durata: 19 min 58 sec