12 FEB 2003

Emma Bonino: Intervento all'Europarlamento sulla crisi irakena

[NON DEFINITO] | - 00:00 Durata: 2 min 19 sec

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

Strasburgo, 12 febbraio 2003 - Emma Bonino è intervenuta a nome degli eurodeputati radicali, nel corso del dibattito sulla crisi irakena tenutasi nella sessione plenaria dell'Europarlamento."L'alternativa alla guerra - ha detto la leader radicale - non è lo 'status quo' di un regime sanguinario e dittatoriale chiamato da molti di voi 'pace'.

L'alternativa è la politica e sta alla politica staboilire quale pace a quali condizioni con quali regole.

Qui, però, idee politiche non sono venute, tranne qualche banalità"."Piaccia o non piaccia a questa supponente camera, l'unica proposta politica
sul tappeto è quella di "Iraq libero e democratico" con un governo sotto l'egida delle Nazioni Unite che prepari la transizione democratica per l'Iraq e gli Iracheni"."Voi non sapete che biascicare la parola 'pace'.

Ma che vuol dire 'pace'? 'Pace' per chi? Per gli iraqueni oppressi? Voi sfilerete a milioni e sarete venduti all'opinione pubblica araba come manifestanti pro-Saddam".

"La proposta "Iraq Libero", invece, avrebbe tolto forza alle retoriche contrapposte e fornito una posizione di forza tale da rendere la scelta della sua fuoriuscita sicuramente interessante per Saddam stesso".

"Mi auguro - ha concluso - che al Consiglio europeo questa proposta - firmata ormai da migliaia di persone - sia accolta come punto di sintesi e come soluzione che vi permetta di ritrovare un pò di dignità".

leggi tutto

riduci