11 MAR 2003

Vigilanza Rai: Seguito della discussione sulle garanzie del pluralismo nel servizio pubblico radiotelevisivo

[NON DEFINITO] | - 00:00 Durata: 29 min 36 sec

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

Seguito della discussione sulle garanzie del pluralismo nel servizio pubblico radiotelevisivo, ed esame di eventuali risoluzioni .

Registrazione audio di "Vigilanza Rai: Seguito della discussione sulle garanzie del pluralismo nel servizio pubblico radiotelevisivo", registrato martedì 11 marzo 2003 alle 00:00.

La registrazione audio ha una durata di 29 minuti.
  • Presidente - Antonio Falomi (DS-U)

    Il presidente Petruccioli ricorda che nelle sedute precedenti erano stati esaminati e successivamente ritirati gli emendamenti all'ultimo testo da lui proposto (allegato alla seduta del 6 novembre 2002). <br>Avverte pertanto che si passerà alla votazione finale. <br>Indice degli interventi<br>La seduta comincia alle 14h15<br>Presidenza del Presidente <strong>Claudio Petruccioli</strong><br>
    0:00 Durata: 56 sec
  • Paolo Gentiloni Silveri (MARGH-U)

    Il deputato Gentiloni Silveri chiede la votazione per parti separate, nel senso di votare separatamente l'ultimo periodo della raccomandazione n. 1, che reca un invito a sperimentare formati di trasmissioni di approfondimento giornalistico con conduttore plurimo, invito che la Margherita ritiene improprio dal punto di vista del metodo e non condivisibile nel merito. <br>
    0:00 Durata: 1 min 8 sec
  • Giorgio Lainati (FI)

    Il deputato Lainati è contrario alla votazione per parti separate. Egli invita il deputato Gentiloni Silveri a riflettere sul fatto che quella formulazione accoglieva una sollecitazione autorevolmente presentata dal predecessore del senatore Petruccioli alla Presidenza della Commissione. <br>
    0:02 Durata: 1 min 10 sec
  • Giuseppe Giulietti (DS-U)

    Il deputato Giulietti nell'associarsi alla richiesta di votazione per parti separate presentata dal deputato Gentiloni Silveri, annuncia il voto favorevole dei Democratici di sinistra sul provvedimento in titolo. <br>La questione del pluralismo sarà certamente il primo banco di prova del nuovo Consiglio di amministrazione della RAI, in particolare in una fase storica così delicata, nella quale l'azienda di servizio pubblico è chiamata ad assicurare un'informazione quanto più imparziale, obiettiva e pluralista sui grandi temi della pace e della guerra. <br>Il deputato Giulietti sottolinea inoltre la necessità che la RAI assicuri visibilità ai prossimi referendum abrogativi, sui quali i cittadini hanno diritto ad essere compiutamente informati, indipendentemente dalla condivisibilità nel merito delle proposte referendarie. <br>
    0:03 Durata: 1 min 47 sec
  • Presidente

    <br>
    0:05 Durata: 2 min 37 sec
  • Alessio Butti (AN)

    Il deputato Butti invita l'onorevole Gentiloni Silveri a ritirare la richiesta di votazione per parti separate. Egli ricorda che il testo in votazione è il frutto di contributi che hanno dato tutti i Gruppi nell'intento di elaborare un testo sul quale si potesse conseguire la massima convergenza. Nel merito poi egli osserva che il periodo di cui i richiedenti la votazione per parti separate propongono la soppressione si limita a sollecitare l'azienda alla ricerca di formule comunicative originali ed innovative, nell'intento di garantire al massimo il pluralismo. <br>
    0:07 Durata: 2 min 25 sec
  • Paolo Gentiloni Silveri (MARGH-U)

    Il deputato Gentiloni Silveri condivide l'intento di approvare con la più larga maggioranza possibile il testo in votazione, e proprio per questo annuncia che, qualora la maggioranza della Commissione non approvasse la soppressione del periodo di cui egli chiede la votazione separata, i Commissari della Margherita voterebbero comunque a favore del testo nel suo complesso. <br>Egli insiste quindi per la votazione per parti separate. <br>
    0:10 Durata: 1 min 13 sec
  • Presidente

    Concorda il senatore Falomi a nome dei Democratici di sinistra.<p>Il presidente Petruccioli ricorda che la formulazione del periodo del quale il deputato Gentiloni Silveri chiede la votazione per parti separate è il frutto di una mediazione con l'originaria proposta recata dall'autonoma risoluzione presentata dal deputato Landolfi, e diretta a favorire la realizzazione di trasmissioni di approfondimento giornalistico con più conduttori. <br>Peraltro egli ritiene che l'attuale formulazione sia apprezzabile anche nel merito, dal momento che contiene un invito alla RAI a sperimentare nuovi linguaggi.<br>Il presidente Petruccioli mette quindi ai voti il mantenimento dell'ultimo periodo della raccomandazione n. 1. <br>La Commissione approva.<br>La Commissione approva quindi all'unanimità la risoluzione nel suo complesso. <br>
    0:11 Durata: 2 min 54 sec
  • Antonio Falomi (DS-U)

    Il senatore Falomi invita il Presidente a convocare la Commissione già per domani, al fine di acquisire informazioni dal Governo e dalla RAI circa un messaggio pubblicitario della Presidenza del Consiglio il cui contenuto appare manifestamente ingannevole. <br>In tale messaggio infatti si rende noto un numero verde attraverso il quale i cittadini interessati dovrebbero poter ottenere informazioni ai fini dell'applicazione di quella che viene presentata come una nuova normativa del mercato del lavoro, della quale viene affermato che sia la legge ideata dal defunto prof. Biagi, che consentirà di trovare lavoro più facilmente superando la burocrazia del vecchio collocamento, che infine faciliterà per chi ne abbia la necessità la stipulazione di contratti di lavoro a tempo parziale.<br>In realtà, come è noto, la legge alla quale si fa riferimento è una legge delega, mentre non sono stati ancora emanati i relativi decreti legislativi. <br>
    0:14 Durata: 3 min 16 sec
  • Giorgio Lainati (FI)

    Il deputato Lainati si dichiara contrario all'iscrizione all'ordine del giorno della Commissione della questione segnalata dal senatore Falomi. <br>
    0:17 Durata: 22 sec
  • Giuseppe Giulietti (DS-U)

    Il deputato Giulietti ritiene che la Commissione dovrebbe confrontarsi quanto prima con i vertici dell'azienda sulle questione, da lui richiamate in sede di dichiarazione di voto sulla risoluzione sul pluralismo, relative alla completezza e all'imparzialità dell'informazione e dell'espressione dei punti di vista sulle questioni della guerra e dei referendum. <br>Egli chiede altresì di conoscere quale sia stato l'esito delle richieste di chiarimenti a suo tempo avanzate sulla mancata partecipazione di Riccardo Illy alla trasmissione «Quelli che il calcio», dove era presente domenica scorsa il sindaco di Udine; con tale richiesta evidentemente egli non intende affatto muovere un rilievo all'azienda per questa partecipazione, ma solo sapere quali siano le regole e se queste valgano per tutti.<br>Egli chiede altresì al Presidente se intende sottoporre al nuovo Consiglio di amministrazione della RAI la lista dei dirigenti rimasti privi di incarichi sui quali i precedenti vertici della RAI non hanno finora dato alcun chiarimento. <br>
    0:17 Durata: 3 min 28 sec
  • Giuseppe Gianni (UDC) - Presidente

    Il deputato Giuseppe Gianni chiede che i vertici della RAI siano al più presto ascoltati dalla Commissione sulle soluzioni che si intendono dare alla questione dei giornalisti precari. <p>Il presidente Petruccioli condivide in primo luogo le preoccupazioni del deputato Giulietti circa la necessità di garantire il pluralismo dell'informazione su temi sensibili quali la guerra o i referendum. <br>In proposito, mentre a suo parere le trasmissioni di informazione e di approfondimento stanno garantendo in questa fase un trattamento ampio e sostanzialmente pluralistico ed equilibrato della crisi irachena, per la questione dei referendum egli ha già avuto modo di segnalare all'azienda la necessità di darne un'informazione ampia e chiarificatrice e che dia spazio ai sostenitori di tutte le opzioni, anche prima che, una volta fissata la data dei referendum, abbia inizio il periodo di campagna referendaria che questa Commissione dovrà regolamentare a norma della legge n. 28 del 2000.<br>Il presidente Petruccioli fa poi presente al deputato Giulietti che, per quanto riguarda la questione di Riccardo Illy, la RAI aveva riconosciuto di aver commesso un errore e aveva offerto in compensazione a Illy la partecipazione ad un'altra trasmissione.<br>Per quanto riguarda poi la questione dei dirigenti rimasti privi di incarichi, egli ricorda che avrebbe dovuto essere oggetto di approfondimento nel corso di una audizione dei vertici della RAI relativa al rispetto dei criteri di nomina dei dirigenti, audizione che non si è poi tenuta per la crisi del Consiglio di amministrazione.<br>Per quanto riguarda le questioni sollevate dal deputato Gianni e dal senatore Falomi, egli ritiene quanto mai inopportuno convocare la Commissione prima che si sia insediato il nuovo Consiglio di amministrazione e prima che sia stato eletto il Presidente. Per quanto riguarda in particolare il carattere di urgenza della richiesta del senatore Falomi, che indubbiamente tocca una questione del massimo rilievo, egli chiede alla Commissione un mandato ad acquisire informazioni presso il Governo e la RAI, nonché presso l'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni che è competente per questo tipo di messaggi, in modo da poter riferire alla Commissione la prossima settimana.<br>Il presidente Petruccioli fa comunque presente che, anche in questa fase di cambiamento dei vertici aziendali, egli ha continuato a dare corso a tutte le richieste a lui presentate di richiedere informazioni e chiarimenti all'azienda, come quella presentata dal senatore Scalera relativa alla partecipazione della signora Michelle Bonev al «Dopofestival di Sanremo», o quella del senatore Cossiga relativa ai costi del Festival stesso. <br>La seduta termina alle 14h40. <br>
    0:21 Durata: 8 min 20 sec