13 SET 2003

Emma Bonino: il caso di Mugraby e la pratica della nonviolenza

[NON DEFINITO] | di Emma Bonino - 00:00 Durata: 5 min 24 sec

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

13 settembre 2003 Collegamento con Emma Bonino, alla vigilia della partenza per il Libano, dove terrà una serie d'incontri (il primo dei quali con l'ambasciatore Staffan De Mistura, rappresentante di Annan) non solo per capire meglio il paese, ma per conoscere e sostenere chi pratica la nonviolenza.

La leader radicale si occuperà della vicenda personale e politica di Mohammad Mugraby, avvocato libanese incarcerato agli inizi di agosto con l'accusa di abusare della sua professione di avvocato (cioè di praticare l'avvocatura senza averne i titoli), ora liberato ed in attesa di processo.

Questo
caso è di rilievo soprattutto per la metodologia, tipicamente nonviolenta, messa in atto da Mugraby, che è quella di appellarsi sempre alle procedure concesse dallo Stato di diritto.

Il dottor Mugraby ha preso posizioni coraggiose durante l'attacco in Iraq non è stato, come tutti, decisamente antiamericano La Bonino dà anche notizia dell'arresto e la liberazione di un'altra attivista dei diritti umani, membro del Network euromediterraneo per i diritti umani.

Arrestata anche, con l'accusa di recare danno all'immagine del Paese, una signora che si occupa dei diritti dei rifugiati non palestinesi.

leggi tutto

riduci

  • Il caso di Mohammad Mugraby

    <br><strong>Indice</strong>
    0:00 Durata: 2 min 25 sec
  • La proposta di Emma Bonino - La situazione interna libanese

    0:02 Durata: 1 min 28 sec
  • Gli arresti di due donne - Il sostegno a chi pratica la nonviolenza

    0:03 Durata: 1 min 31 sec