08 OTT 2003

Vigilanza Rai: Audizione del Direttore della Testata Servizi Parlamentari della RAI

[NON DEFINITO] | - 00:00 Durata: 1 ora 29 sec

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

Audizione del Direttore della Testata Servizi Parlamentari della RAI, Anna La Rosa.

Registrazione audio di "Vigilanza Rai: Audizione del Direttore della Testata Servizi Parlamentari della RAI", registrato mercoledì 8 ottobre 2003 alle 00:00.

La registrazione audio ha una durata di 1 ora.
  • Relazione di Anna La Rosa, Direttore della Testata Servizi Parlamentari della RAI

    Il presidente Petruccioli dà la parola alla dottoressa Anna LA ROSA, direttrice della Testata Servizi Parlamentari della RAI.<br>Ella si sofferma in primo luogo sui lusinghieri risultati dell’audience dell’edizione pomeridiana del TG Parlamento, che ha avuto nell’ultimo anno un indice di ascolto medio superiore al 25 per cento; ella sottolinea come tale indice sia stato nel corso dell’anno costantemente superiore - in media 3-5 punti percentuali - a quello della trasmissione-contenitore «La vita in diretta», il che dimostra come tale trasmissione sappia rispondere ad una esigenza di informazione sulla politica e sulla attività parlamentare vivamente percepita dai cittadini - a dispetto di quanto farebbero pensare analisi sociologiche sommarie - e in particolare da un pubblico come quello del pomeriggio formato prevalentemente da casalinghe ed anziani, a torto ritenuto poco motivato ed informato. <br>Per quanto riguarda invece il TG Parlamento della notte l’ascolto non è assolutamente quello che potrebbe essere se venisse rispettata la collocazione in palinsesto che prevede che il telegiornale vada in onda intorno alle 00,30. Purtroppo così non è, e nonostante la soppressione dell’edizione notturna del TG2, il TG Parlamento è quasi sempre messo in onda tra l’1,15 e l’1,40 e questo non solo per il prolungarsi delle trasmissioni di prima e seconda serata oltre l’orario stabilito, ma anche per l’abitudine invalsa di far precedere il TG Parlamento da repliche di rubriche della Testata TG2 o della rete. <br>Anche la storica rubrica «Sette giorni al Parlamento» ha sofferto dello spostamento dalla collocazione tradizionale del pomeriggio del sabato - spostamento a suo parere non giustificato da motivi di concorrenza e controprogrammazione in quanto la rubrica aveva un indice di ascolto molto alto - alle 10,30 dello stesso giorno; anche nel nuovo orario in realtà la rubrica mantiene una quota di ascolto molto alta, riferita però ad una platea che a quell’ora è molto più ridotta.<br>La dottoressa La Rosa si sofferma quindi sui positivi risultati ottenuti dai programmi dell’accesso, il cui indice di ascolto ormai sfiora a volte il 30 per cento; ella consegna quindi alla Commissione una serie di osservazioni dirette a consentire un ulteriore miglioramento dei programmi nonché una più ampia conoscenza da parte delle associazioni della possibilità di utilizzare questo strumento.<br>La dottoressa La Rosa infine illustra brevemente le caratteristiche editoriali del primo ciclo di Tribune politiche realizzato in adempimento del regolamento sulla comunicazione politica in periodo non elettorale approvato dalla Commissione il 18 dicembre 2002. <br><strong>Indice degli interventi</strong><br>L'audizione comincia alle 14h50<br>Presidenza del presidente <strong>Claudio Petruccioli</strong>
    0:00 Durata: 4 min 33 sec
  • Paolo Barelli (FI)

    Il senatore Barelli esprime vivo apprezzamento per i risultati della Testata illustrati dalla dottoressa La Rosa. <br>Chiede quindi che cosa si stia facendo per garantire la messa in onda del TG Parlamento notte in un orario più adeguato e quali siano le prospettive di realizzazione dell’ulteriore edizione mattutina del TG Parlamento già da tempo preannunciata. <br>
    0:04 Durata: 2 min 24 sec
  • Giuseppe Giulietti (DS-U)

    Il deputato Giulietti esprime soddisfazione per i dati forniti dalla dottoressa La Rosa e per l’imminente addio delle nuove tipologie di comunicazione politica in periodo non elettorale. <br>In proposito egli rileva come il Comitato di redazione del TG1 abbia unanimemente protestato per lo spostamento di orario di una storica ed importante rubrica informativa come «TV7».<br>Egli chiede quindi alla dottoressa La Rosa se lo spostamento sia la conseguenza di una pressione della Testata dei servizi parlamentari per ottenere la collocazione della Conferenza stampa dei leader alle 23 del venerdì, ovvero se non sia la conseguenza di una rigidità di palinsesto che affida a Bruno Vespa una sorta di primazia nell’informazione televisiva, cosicché risulta impossibile spostare o ritardare anche una sola delle sue trasmissioni settimanali e tutte le scelte di palinsesto devono tenere conto di questa costante.<br>L’oratore chiede quindi alla dottoressa La Rosa se vi sia un sistema interno o esterno di monitoraggio del pluralismo nel TG Parlamento, e se la Testata di informazione parlamentare intende riservare uno spazio di approfondimento al dibattito di riforma delle pensioni.<br>Il deputato Giulietti coglie quindi l’occasione per sottoporre all’attenzione della Commissione alcuni avvenimenti di estrema gravità che meriterebbero rapidamente un adeguato approfondimento.<br>Si tratta delle dichiarazioni di un giornalista di riconosciuto valore e certamente non vicino all’opposizione come Pier Luigi Battista, che ha denunciato un clima di inaccettabili pressioni politiche alla RAI, nonché della preoccupante cancellazione della trasmissione «Cyrano», affidata ad un altro giornalista di indiscussa professionalità ed indipendenza come Massimo Fini che, insieme al suo produttore, ha formulato accuse circostanziate circa le motivazioni di tale cancellazione.<br>Il deputato Giulietti segnala inoltre la necessità di approfondire le segnalazioni circa l’adozione da parte della RAI, nel quadro dell’inizio della sperimentazione del digitale terreste di un modello di decoder ormai obsoleto. <br>Il presidente Petruccioli assicura il deputato Giulietti che le ultime questioni da lui sollevato saranno portate all’attenzione dell’Ufficio di Presidenza. <br>
    0:06 Durata: 6 min 43 sec
  • Giuseppe Gianni (UDC)

    Il deputato Giuseppe Gianni concorda con tutte le osservazioni formulate dal collega Giulietti e coglie l’occasione per preannunciare che chiederà all’Ufficio di Presidenza una audizione dei responsabili di RAI3 in ordine ad inaccettabili mistificazioni ripetutamente riscontrate nella trasmissione «Report». <br>Egli ritiene inoltre che il direttore generale Cattaneo debba al più presto essere sentito in ordine al problema illustrato dalla direttrice La Rosa dell’indecente orario del TG Parlamento notte, la cui collocazione costituisce una vera e propria offesa al Parlamento ai parlamentari ed ai cittadini. <br>
    0:13 Durata: 1 min 54 sec
  • Giorgio Merlo (MARGH-U)

    <br>
    0:15 Durata: 1 min 33 sec
  • Alfonso Pecoraro Scanio (Misto-Verdi-U)

    Dopo un intervento del deputato Merlo, il quale osserva come la relazione della dottoressa La Rosa conferma quanto emerso dall’audizione della dottoressa Buttiglione circa la necessità anche di risorse adeguate per garantire l’effettività del pluralismo, il deputato Pecoraro Scanio sottolinea la gravità del fenomeno del ritardo in cui viene trasmesso il TG Parlamento notte, in quanto sembra che con tale comportamento la società concessionaria del servizio pubblico tratti come residuale o poco importante una delle poche attività di servizio pubblico che effettivamente svolge. <br>L’oratore esprime quindi viva soddisfazione per i positivi risultati conseguiti dai programmi dell’accesso, auspicando un ampliamento ed una sempre maggiore qualificazione dei soggetti che utilizzano tale servizio. <br>
    0:17 Durata: 5 min 27 sec
  • Giampaolo D'Andrea (Mar-DL-U)

    Il senatore D’Andrea, nel convenire sull’importanza del successo di ascolto dei programmi dell’accesso, osserva come proprio l’esistenza di questo strumento, affidato all’autonomia dei partecipanti ed alle garanzie di parità di condizione derivanti dalla legge e dai regolamenti di questa Commissione, ripropone il programma della difficoltà delle formazioni sociali ad accedere in parità di condizioni ed in un quadro di reale pluralismo ai programmi di informazioni aziendali. <br>
    0:22 Durata: 5 min 27 sec
  • Davide Caparini (LNP)

    <br>
    0:28 Durata: 1 min 52 sec
  • Giorgio Lainati (FI)

    Dopo l’intervento del deputato Caparini che esprime apprezzamento per il lavoro svolto dalla dottoressa La Rosa e per l’avvio delle nuove formule di comunicazione politica in periodo non elettorale, il deputato Lainati esprime perplessità per le critiche avanzate da numerosi colleghi, in particolare dell’opposizione, alla collocazione oraria del TG Parlamento notte e della nuova collocazione di «Sette giorni al Parlamento». <br>Non vi è dubbio che in astratto sarebbe auspicabile assicurare alle rubriche di informazione parlamentare la miglior collocazione possibile; tuttavia non bisogna dimenticare che il conseguimento degli obiettivi del servizio pubblico passa per il raggiungimento della platea più ampia possibile, per cui non si può penalizzare la RAI nei confronti della concorrenza costringendola ad utilizzare orari di particolare pregio per mandare in onda trasmissioni certamente importanti ma che difficilmente possono avere una grandissima audience. <br>
    0:29 Durata: 3 min
  • Presidente

    Il presidente Petruccioli si sofferma in primo luogo sulla questione della collocazione del TG Parlamento notte osservando che se, come è probabile, non vi è spazio per una collocazione oraria molto migliore di quella che attualmente viene data, sarebbe opportuno interrogarsi sull’utilità della trasmissione stessa, e se non possa essere preferibile puntare oltre che sull’edizione del pomeriggio su una buona edizione mattutina. <br>Il problema dell’organizzazione dei palinsesti d’altra parte non può essere certo risolto da questa Commissione; in proposito egli sottolinea, come ha già avuto modo di far presente al direttore del TG1, che la Commissione non ha affatto richiesto la collocazione delle Conferenze stampe dei leaders alle 23 del venerdì sera ma ha chiesto una collocazione dignitosa della tribuna, vale a dire tra le 23 e 23,30, e che è stata poi la RAI, nella sua autonomia, a ritenere che questa esigenza non potesse essere soddisfatta se non ritardando la messa in onda di «TV7».<br>Il presidente Petruccioli invita poi la dottoressa La Rosa ad una particolare attenzione alla salvaguardia della specificità editoriale del TG Parlamento. Infatti si ha volte l’impressione di una tendenza a trattare, a scapito della cronaca parlamentare, vicende certamente inserite nell’attualità del dibattito politico ma estranee al dibattito parlamentare. Si pensi ad esempio al caso dell’ampio servizio sulla recente visita del Presidente del Consiglio alla comunità ebraica di Roma. Si deve cioè evitare che il TG Parlamento diventi una sorta di doppione dei telegiornali generalisti. <br>
    0:32 Durata: 9 min 16 sec
  • Replica di Anna La Rosa

    La dottoressa La Rosa ribadisce in primo luogo che vi sono effettivamente spazi per la migliore collocazione del TG Parlamento notte: basterebbe infatti anticiparla alla trasmissione delle repliche di rubriche di rete o di testata, il cui orario di messa in onda oltretutto sarebbe comparativamente meno danneggiato data la durata molto minore del TG Parlamento notte. <br>Per quanto riguarda l’avvio dell’edizione antimeridiana, la direttrice conferma che essa è già in palinsesto, e che proprio di recente il responsabile del centro di produzione di Roma dottor D’avanzo, le ha assicurato una rapida messa a disposizione delle necessarie risorse umane e tecniche.<br>Rispondendo alla domanda del deputato Giulietti circa la vicenda della collocazione della Conferenza stampa dei leaders la dottoressa La Rosa ribadisce di non aver fatto alcuna pressione per ottenere la seconda serata del venerdì e lo spostamento di TV7, ella ricorda che originariamente questa tribuna avrebbe dovuto andare in onda intorno alle 23,40 del sabato, e che successivamente i responsabili dei palinsesti l’avevano spostata intorno alle 00,40 ritenendo necessario prolungare il varietà per far fronte alla controprogrammazione della concorrenza.<br>Grazie all’intervento della Commissione i responsabili dei palinsesti hanno rivisto questa loro decisione ed hanno evidentemente ritenuto che non vi fosse altra collocazione possibile se non quella del venerdì.<br>La dottoressa La Rosa fa quindi presente al deputato Giulietti che la questione della riforma delle pensioni è l’oggetto delle prime due tavole rotonde previste dal ciclo.<br>A tale proposito ella coglie l’occasione per invitare le forze politiche a sforzarsi di contribuire al successo di queste trasmissioni, designando a partecipare parlamentari con specifica competenza ed esperienza sulle questioni di cui di volta in volta si parla.<br>Con riferimento alla questione del pluralismo e della completezza dell’informazione la dottoressa La Rosa fa presente che l’edizione del TG Parlamento di maggior successo di pubblico, quella del pomeriggio, dura solo 5 minuti, appena sufficienti cioè a trattare sommariamente tre notizie; in queste condizioni è veramente difficile assicurare il pluralismo e sarebbe opportuno aumentare la durata del telegiornale almeno ad otto minuti. <br>
    0:42 Durata: 14 min 19 sec
  • Presidente

    <br>
    0:56 Durata: 2 min 10 sec
  • Replica di Anna La Rosa

    Il presidente Petruccioli ringrazia la dottoressa La Rosa e dichiara chiusa l’audizione.<br>La seduta termina alle 16h10. <br>
    0:58 Durata: 1 min 51 sec