20 NOV 2003

Stampa araba: Corrispondenza dal Cairo di Emma Bonino del 20 novembre 2003

[NON DEFINITO] | di Emma Bonino - 00:00 Durata: 17 min 29 sec

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

Il Cairo, 20 novembre 2003 - Appuntamento con la rassegna della stampa araba curata da Emma Bonino.

I titoli dei giornali egiziani sono tutti dedicati al malore che ha colto il presidente Mubarak durante il suo discorso davanti alle Camere riunite.

Il presidente, nel suo intervento, ha chiesto di emendare la legge sugli investimenti perché diventino più flessibili.

Per quanto riguarda la Palestina, ha detto che la pace non si realizzerà solo tutelando la sicurezza, ma nascerà se ci sarà una convinzione israelo-palestinese della necessità di negoziare e di creare uno stato palestinese
indipendente.

Per quanto riguarda l'Iraq, ha asserito che la fine della violenza ed il ritorno alla stabilità sono legati alla fine dell'occupazione ed al ritorno al potere degli iracheni.

Al-Akhbar dà spazio ad altri temi toccati da Mubarak, quali le modifiche necessarie per il meccanismo di un mercato libero ed il miglioramento delle condizioni di vita individuali e della società complessivamente.

Il presidente, dice il quotidiano, ha fatto un bilancio positivo del processo di riforme in Egitto, della promozione e del rafforzamento dello stato di diritto e del concetto di democrazia; ha comunque riconosciuto che le sfide da affrontare sono molte per realizzare una società moderna e che bisogna ancora lavorare per creare un equilibrio tra diritti e doveri.

Mubarak ha anche asserito che si devono eliminare le discriminazioni nei confronti delle donne ed ha richiesto la creazione del tribunale per la famiglia.

Sempre riguardo alla politica interna, continua la polemica sul centro di studi Ibn Kaldum e sui sostegni economici che dovrebbero dare gli USA.

Un articolo, riferendosi a questo centro, sottolinea l'urgenza di riconsiderare lo statuto delle persone che hanno doppia nazionalità, che acquisirebbero una doppia lealtà verso due stati differenti, e afferma che il comportamento del direttore del centro è sospetto e l'immagine che dà dell'Egitto è un'azione fatta dietro compenso di denaro americano (Emma Bonino commenta che l'Egitto riceve ogni anno 2 miliardi di dollari, di cui il 50% di aiuti militari).

Ibrahim organizzerebbe delle riunioni sospette, che tradirebbero il principio di laicità da lui professato.

Si approva dunque - sostiene la Bonino - il denaro dato dagli Usa per sostenere lo Stato egiziano, ma non quello elargito a centri di studi indipendenti, che viene considerato da alcuni addirittura un tradimento.

La leader radicale affronta quindi i temi di politica estera.

Al-Ahram analizza l'improvviso cambiamento della politica americana rispetto all'Iraq, dopo l'intensificazione della resistenza irachena.

Continua il dibattito sull'opportunità ed i costi della costruzione, da parte di Israele, di una linea ferroviaria che faccia concorrenza al canale di Suez.

Al- Wafd pubblica un'inchiesta sull'accordo di associazione tra Egitto ed Europa, non ancora operativo perché non ratificato da tutti gli stati europei, esprimendo delle inquietudini rispetto ad esso, a causa dell'incapacità dell'industria egiziana a sostenere la concorrenza europea.Vi sono polemiche anche sul consiglio transitorio iracheno; un editoriale afferma che i tempi stabiliti per trasferire l'autorità all'Iraq rappresentano in realtà un colpo verso l'attuale consiglio, che aveva appena cominciato a stabilizzarsi.

Nonostante questo sviluppo sia atteso - continua l'editorialista - prova che sono solo gli americani a prendere le decisioni.

In realtà anche l'Europa continua ad essere contraria all'intervento in Iraq - conclude l'articolo - e oggi la più grande preoccupazione di Bush e Blair è quella di salvare se stessi ed usare l'Iraq per rafforzare la loro leadership.

leggi tutto

riduci

  • La questione palestinese ed irachena

    <br><strong>Indice</strong><p>Il discorso del presidente Mubarak
    0:00 Durata: 2 min 39 sec
  • Altri argomenti toccati da Mubarak

    0:02 Durata: 1 min 43 sec
  • La promozione della democrazia in Egitto

    0:04 Durata: 1 min 45 sec
  • Il ruolo delle donne - La tassa sulla ricchezza

    0:06 Durata: 1 min 18 sec
  • Il centro di studi Ibn Kaldum e il denaro dato dagli USA all'Egitto

    <br>Politica interna
    0:07 Durata: 2 min 35 sec
  • La politica USA in Iraq - La linea ferroviaria concorrente al canale di Suez

    <br>Politica estera
    0:09 Durata: 1 min 50 sec
  • L'accordo di associazione Egitto-Europa

    0:11 Durata: 1 min 26 sec
  • Il consiglio transitorio iracheno - La politica di Bush e Blair

    0:13 Durata: 4 min 13 sec