25 FEB 2004

Notiziario del 25 febbraio 2004

[NON DEFINITO] | - 00:00 Durata: 21 min 34 sec

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

Notiziario di mercoledì 25 febbraio 2004In studio Dino Marafioti.

Puntata di "Notiziario del 25 febbraio 2004" di mercoledì 25 febbraio 2004 .

La registrazione audio di questa puntata ha una durata di 21 minuti.
  • Alessandro Pedone, responsabile per la tutela dei risparmiatori

    <br><strong>Indice</strong><p><strong>Indagato il governatore di Bankitalia Antonio Fazio</strong>. Ieri questa notizia ha occupato i terminali delle agenzie di stampa e oggi è su tutte le prime pagine dei quotidiani. Il governatore è indagato per favoreggiamento nel delitto di truffa aggravata e continuata ai danni di miglia di persone dalla procura della repubblica di Trani, che sta indagando sul collocamento sul mercato azionario di una serie di prodotti emessi dalla ex Banca 121, oggi di proprietà del Monte dei Paschi di Siena. I nomi di questi prodotti - my way e 4you - sono da diversi mesi oggetto di una campagna di informazione dell'Aduc, associazione per i diritti degli utenti e dei consumatori, e in particolare della newsletter dell'Aduc, che si chiama investire informati. Vogliamo farci spiegare dal responsabile per la tutela dei risparmiatori dell'associazione, Alessandro Pedone, in cosa consistevano questi prodotti finanziari, e perché sono oggetto di indagini giudiziarie.
    0:01 Durata: 5 min 17 sec
  • Carlo Giovanardi, ministro per i rapporti con il Parlamento (intervista di Alessio Falconio)

    <br>Ancora sulla notizia dell'apertura delle indagini sul governatore della Banca d'Italia abbiamo intervistato il ministro Carlo Giovanardi
    0:06 Durata: 1 min 28 sec
  • Sandro Bondi (FI) (intervista di Alessio Falconio)

    <br><strong>Il caso Sofri e i poteri di grazia del Capo dello Stato</strong>: nuovo rinvio nel comitato dei nove della commissione affari costituzionali della Camera per la proposta di legge boato, quella che riguarda i poteri di grazia del Presidente della Repubblica e che mira a rendere esplicito il dettato costituzionale su questa materia. Una proposta nata nel luglio scorso, durante le polemiche sui poteri di grazia del presidente e il no del ministro Castelli sulla grazia ad Adriano Sofri. Il rinvio del provvedimento è stato richiesto dal capogruppo azzurro in commissione Michele Saponara, che ha chiesto un ulteriore approfondimento sugli emendamenti in discussione. Sentiamo cosa dice di questo provvedimento il coordinatore di Forza Italia Sandro Bondi, che - insieme al deputato della margherita Enzo Bianco - è stato anche autore di un appello trasversale tra i parlamentari per la grazia ad Adriano Sofri.
    0:09 Durata: 1 min 22 sec
  • Enzo Bianco (MARGH-U) (intervista di Alessio Falconio)

    0:10 Durata: 2 min 20 sec
  • Marco Minniti (DS-U) (intervista di Alessio Falconio)

    <br><strong>Iraq</strong>: sono state respinte in commissione esteri le richieste di stralcio avanzate dalla opposizione del centrosinistra sul decreto che rinnova le missioni militari italiane nel mondo, compreso l'Iraq. Respinte anche le richieste di audizione dei vertici militari e del ministro della difesa. la lista unitaria conferma la scelta di non voto sul rifinanziamento della missione. Il leader dei disobbedienti napoletani Francesco Caruso ha promesso «schiaffoni umanitari» a Fassino e a quei deputati che - non avendo votato no al decreto - decidessero di partecipare alla manifestazione contro la guerra. Su questi argomento sentiamo Marco Minniti, ex sottosegretario alla difesa e deputato diessino.
    0:13 Durata: 3 min 29 sec
  • Lucio Malan (FI) (Intervista di Claudio Landi)

    <br>Parliamo ora di <strong>riforme</strong>, perché oggi in aula al senato si tornerà a votare sull'articolo 3 del disegno di legge di riforma della Costituzione. Ieri il relatore del provvedimento, D'Onofrio, ha presentato un ennesimo emendamento che prevede che i senatori restino in carica per cinque anni, che siano eletti contestualmente ai consigli regionali, e che se i consiglio dovessero sciogliersi prima dei cinque anni ci siano delle elezioni intermedie. Sentiamo come illustra questa modifica, introdotta da D'Onofrio per venire incontro alle richieste dei senatori dell'Udc, il senatore di Forza Italia Lucio Malan.
    0:17 Durata: 2 min 57 sec
  • Nicola Mancino (Mar-DL-U)

    0:20 Durata: 1 min 10 sec
  • Il commento di Iuri Maria Prado

    0:21 Durata: 3 min 31 sec