16 MAR 2004

Notiziario del 16 marzo 2004

[NON DEFINITO] | - 00:00 Durata: 24 min

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

Notiziario di martedì 16 marzo 2004In studio Dino Marafioti.

Puntata di "Notiziario del 16 marzo 2004" di martedì 16 marzo 2004 .

La registrazione audio di questa puntata ha una durata di 24 minuti.
  • David Carretta, da Gerusalemme

    <br><strong>Indice </strong><p><strong>Cosa aspetta il governo israeliano a chiedere di aderire all'Unione Europea?</strong> se lo chiede in questi giorni Marco Pannella, in visita proprio in Israele, all'indomani del sondaggio commissionato proprio dall'unione europea che rivela come l'ottantacinque per cento della popolazione israeliana chieda che il proprio governo faccia domanda per entrare nella UE. «Finora ci era stata opposta da molti l'obiezione della impreparazione delle popolazioni, in particolare di quella israeliana: oggi invece il popolo di Israele dice chiaramente al governo che deve prendere l'iniziativa», diceva ieri Pannella in un'intervista all'ansa. sentiamo quali sono stati gli incontri che Pannella ha avuto ieri e qual è il programma di oggi, che dovrebbe essere l'ultima giornata di questa missione.
    0:01 Durata: 3 min 24 sec
  • Aggiornamento sulle stragi di Madrid

    <br>
    0:04 Durata: 45 sec
  • Lucio Caracciolo, direttore di Limes (intervista di Andrea Billau)

    <br>Su Israele nella Unione Europea Andrea Billau ha intervistato il direttore di Limes Lucio Caracciolo
    0:05 Durata: 2 min 26 sec
  • Fausto Bertinotti, segretario di Rifondazione Comunista

    <br>Ancora su Israele nella UE, sul sondaggio, ma anche sul dialogo Pannella Amato e sulla convention prevista per la fine del mese di marzo, sentiamo Fausto Bertinotti, segretario di rifondazione comunista, intervistato ieri da Alessio Falconio
    0:07 Durata: 6 min 8 sec
  • Luca Coscioni, Presidente di Radicali Italiani

    <br>Alla<strong> convention </strong>ci sarà anche Luca Coscioni - sentiamo il suo appello alla partecipazione
    0:14 Durata: 2 min 13 sec
  • Filippo Mancuso (Misto) (intervista di Alessio Falconio)

    <br>Uno dei temi portanti dell'iniziativa politica dei radicali italiani in queste settimane è <strong>la battaglia sulla legalità e l'informazione, attorno a quello che da tempo Marco Pannella chiama il «Caso Italia»</strong>. A partire dalla riflessione sulla mancanza delle condizioni reali di democrazia, qualche settimana fa è stato presentato un documento appello che mira a chiedere all'organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa il monitoraggio delle elezioni nel nostro paese. Anche nei paesi in cui si ritiene che la democrazia sia consolidata - dice in sostanza il documento - è importante monitorare continuamente, in concreto, il rispetto dei diritti e delle libertà su cui uno stato di diritto dovrebbe fondarsi. A questa proposta hanno aderito ormai un centinaio di parlamentari di Camera, Senato e del Parlamento Europeo, oltre a un discreto numero di studiosi, soprattutto giuristi. Alessio Falconio ha intervistato uno dei parlamentari che hanno aderito, Filippo Mancuso, che parla del problema della informazione libera.
    0:17 Durata: 3 min 26 sec
  • Giuseppe Giulietti (DS-U) (intervista realizzata da Alessio Falconio)

    <br>Ancora su questi argomenti sentiamo ora il parere di Giuseppe Giulietti, deputato diessino
    0:20 Durata: 1 min 41 sec
  • Anna Zafesova, corrispondente de La Stampa in Russia (intervista di Ada Pagliarulo)

    <br><strong>Un plebiscito per Putin</strong>: così è stato letto il risultato delle elezioni presidenziali, svoltesi in Russia domenica scorsa. Putin ha raccolto il 71 per cento dei consensi. Il candidato comunista Karitonov ha ottenuto il 13 per cento. e la liberale Irina Kakamada il 3,9 per cento. Il 3.5 per cento degli elettori ha invece scelto la scheda che presenta l'opzione 'contro tutti i partiti'. Quanto ha contato, nella vittoria di Putin, la battaglia ingaggiata contro gli oligarchi? Ada Pagliarulo lo ha chiesto ad Anna Zafesova, corrispondente del quotidiano «La Stampa» in Russia
    0:23 Durata: 3 min 57 sec