24 MAR 2004

Notiziario del 24 marzo 2004

[NON DEFINITO] | - 00:00 Durata: 15 min 27 sec

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

Notiziario di mercoledì 24 marzo 2004In studio Dino Marafioti.

Puntata di "Notiziario del 24 marzo 2004" di mercoledì 24 marzo 2004 .

La registrazione audio di questa puntata ha una durata di 15 minuti.
  • Gianfranco Dell'Alba, eurodeputato radicale

    <br><strong>Indice</strong><p>Si conclude oggi la<strong> missione di Emma Bonino, Gianfranco Dell'Alba e Marco Cappato in Iraq</strong>, iniziata domenica scorsa con l'arrivo a Nassiriya e la visita alle truppe italiane di stanza in quella città. Sentiamo dalla voce di Gianfranco Dell'Alba gli incontri avuti ieri.
    0:00 Durata: 3 min 31 sec
  • L'articolo di Daniele Capezzone e Matteo Mecacci pubblicato da The Washington Times

    0:04 Durata: 1 min 39 sec
  • Andrea Pugiotto; docente di diritto costituzionale all'Università di Ferrara (intervista di Lanfranco Palazzolo)

    <br><strong>Da venerdì 26, tra tre giorni, si aprirà a Roma la convenzione</strong> lanciata qualche settimana fa da Marco Pannella dopo l'avvio del dialogo con Giuliano Amato, dialogo inaugurato da una lettera di Pannella e proseguito con un incontro che i due hanno avuto due settimane fa. Per chiunque voglia partecipare, sono previste condizioni molto favorevoli per il soggiorno, basta chiamare il numero 06 689791 oppure entrare nel sito radicali.it o radioradicale.it, dove ci sono tutte le informazioni. <p>Continuiamo a parlare della <strong>questione del potere di grazia del capo dello stato</strong>, dopo il buco nell'acqua della proposta di legge boato, affossata dalla camera pochi giorni fa. Come sapete marco Pannella è tornato ad intervenire sulla questione del potere di grazia del capo dello stato, ed ha annunciato un nuovo sciopero della sete a partire dal 31 marzo qualora - per quella data -«il Presidente non avrà recuperato i propri poteri, quanto meno quello della grazia». «Occorre che il presidente venga aiutato a riappropriarsi di quel Potere di Grazia, costituzionalmente irrinunciabile» ha detto tra l'altro Pannella, che ha annunciato: «Tornerò a dar corpo alla necessità vitale e alla sete di diritto, a effettuare l'azione nonviolenta e di dialogo dello sciopero della sete a partire dal 31 marzo. Nella deprecabile ipotesi che non sia stato prima di allora da lui e per lui recuperata la pienezza di diritto e di poteri, quanto meno di quello di grazia». Ricordiamo che il 17 marzo alla Camera la proposta di legge Boato è stata modificata con l'approvazione di alcuni emendamenti in base ai quali il provvedimento di grazia può essere adottato solo su proposta e con la controfirma del ministro di giustizia. Quello stesso giorno, il senato approvò l'articolo 24 del disegno di legge sulle riforme istituzionali, che attribuisce esclusivamente al capo dello stato i poteri di grazia. Sentiamo cosa ne pensa il professor Andrea Pugiotto, che insegna diritto costituzionale all'Università di Ferrara e che si è recentemente occupato di questo argomento con un articolo intitolato «i poteri di grazia tra caso Sofri e inerzia presidenziale».
    0:07 Durata: 3 min 24 sec
  • Michele Ainis, costituzionalista (intervista di Roberto Spagnoli)

    <br>Delle<strong> conseguenze dell'affossamento della legge Boato</strong> e delle possibili soluzioni per uscire dall'impasse, ha parlato il costituzionalista Michele Ainis
    0:11 Durata: 2 min 48 sec
  • Il commento di Iuri Maria Prado

    0:14 Durata: 4 min 5 sec