01 APR 2004

Notiziario del 1° aprile 2004

[NON DEFINITO] | - 00:00 Durata: 21 min 42 sec

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

Notiziario di giovedì 1° aprile 2004In studio Andrea De Angelis.

Puntata di "Notiziario del 1° aprile 2004" di giovedì 1 aprile 2004 .

La registrazione audio di questa puntata ha una durata di 21 minuti.
  • Maurizio Turco, presidente dei parlamentari europei radicali (intervista di David Carretta)

    <br><strong>Indice</strong><p>Torniamo a parlare della <strong>questione del potere di grazia del Capo dello Stato</strong>, su cui da mesi Marco Pannella conduce una battaglia in nome della legalità e della lettera della legge. Come sapete infatti la Costituzione assegna al Presidente della Repubblica il potere di grazia, ma - per una prassi consolidata - alcuni ritengono ormai che questo potere non possa essere esercitato senza una proposta e un consenso preventivo del ministro della giustizia. Non la pensano così costituzionalisti come Michele Ainis, Giuliano Amato, Andrea Manzella, Francesco Paolo Casavola, e molti altri. Di questo si parla oggi in una pagina a pagamento che appare sul Corriere della Sera <p><strong>Oggi si voterà, al parlamento europeo, il rapporto Boumediene sulla situazione dei diritti fondamentali nella Unione Europea</strong>, che contiene molti punti relativi a quello che i radicali chiamano «caso Italia», in particolare sulla situazione delle carceri e sulla giustizia. E tra l'altro uno dei punti in votazione riguarderà la detenzione di Adriano Sofri e la questione del potere di grazia del presidente della repubblica. David Carretta ha intervistato Maurizio Turco, presidente dei parlamentari europei radicali.
    0:01 Durata: 1 min 59 sec
  • Francesco Rutelli (MARGH-U) (intervista di David Carretta)

    <br>David Carretta ha chiesto come voterà su questo rapporto al leader della Margherita Francesco Rutelli
    0:03 Durata: 3 min 32 sec
  • Rita Bernardini, tesoriere di Radicali Italiani

    <br>Stasera Pannella sarà ospite della trasmissione di Pierluigi Battista Batti e Ribatti.<p><strong>Referendum sì, io ci sto</strong>: è il nome della campagna con cui radicali italiani e l'associazione Luca Coscioni stanno raccogliendo le disponibilità di coloro che sono d'accordo nel fare un referendum abrogativo sulla legge sulla fecondazione assistita, e che chiedono di essere messi immediatamente nelle condizioni di raccogliere le firme per il quesito. Sono molte le persone che hanno aderito fino a questo momento per fare il punto sul numero di persone che ci hanno contattato, e per ricordare come fare a mettersi all'opera, sentiamo in diretta Rita Bernardini. tesoriere di radicali italiani.
    0:07 Durata: 3 min 24 sec
  • Teodoro Buontempo (AN) (intervista di Alessio Falconio)

    <br><strong>Grande tensione ieri nella maggioranza, e seduta della camera sospesa per oltre due ore</strong> - mentre erano in corso le dichiarazioni di voto sulla fiducia chiesta dal governo sul decreto sulla cartolarizzazione sugli immobili degli enti. Il provvedimento è infatti fortemente avversato dalla Lega Nord, e ieri - durante le dichiarazioni di voto del capogruppo leghista Ce' - la seduta è stata sospesa dopo l'espulsione dello stesso Ce' e del suo collega Galli disposta dal presidente di turno Fiori - durante la sospensione dei lavori Alessio Falconio ha chiesto al deputato di AN Buontempo di raccontare cosa era successo.
    0:11 Durata: 2 min 22 sec
  • Luigino Vascon (LNFP) (intervista di Alessio Falconio)

    0:14 Durata: 2 min 3 sec
  • Salvatore Cuffaro, presidente della Regione Sicilia (intervista realizzata da Sergio Scandura)

    <br><strong>Oggi sarà ascoltato dalla commissione parlamentare antimafia il presidente della regione Sicilia Salvatore Cuffaro</strong>, attorno al cui nome nelle ultime 48 ore sono cresciute forti polemiche anche all'interno della Casa della Libertà. Ieri un articolo del quotidiano la Repubblica attribuiva al procuratore di Palermo Grasso dichiarazioni in cui si definivano «solidissime» le prove a carico di Cuffaro indagato per concorso esterno in associazione mafiosa nell'ambito della inchiesta sulle cosiddette talpe alla procura. Grasso ha poi smentito di aver mai parlato di Cuffaro davanti all'Antimafia, anche se ha detto che è stato un altro esponente del suo ufficio ad esporre - su richiesta della commissione - le risultanze dell'indagine sul presidente della regione. Dopo le dichiarazioni attribuite a Grasso è stata Angela Napoli, di AN, vicepresidente dell'Antimafia, a chiedere le dimissioni di Cuffaro. e poi sono arrivate moltissime altre dichiarazioni sullo stesso presidente della regione, che oggi sarà ascoltato dalla commissione, a Palermo - sentiamo lo stesso Cuffaro, intervistato ieri da Sergio Scandura .
    0:17 Durata: 1 min 28 sec
  • Collegamento in diretta con Marco Pannella

    0:18 Durata: 6 min 54 sec