14 APR 2004

Notiziario del 14 aprile 2004

[NON DEFINITO] | - 00:00 Durata: 17 min 16 sec

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

Notiziario di mercoledì 14 aprile 2004In studio Andrea De Angelis.

Puntata di "Notiziario del 14 aprile 2004" di mercoledì 14 aprile 2004 .

La registrazione audio di questa puntata ha una durata di 17 minuti.
  • Rita Bernardini, tesoriere di Radicali Italiani, in diretta

    <br><strong>Indice</strong><p><strong>Si è aperta ieri negli oltre ottomila comuni di tutta Italia la campagna referendaria sulla legge sulla procreazione medica assistita</strong>. Sentiamo in diretta Rita Bernardini, tesoriere di Radicali Italiani
    0:00 Durata: 5 min 32 sec
  • Stralcio della conversazione domenicale con Marco Pannella

    <br><strong>Torniamo alla decisione di Marco Pannella di sospendere lo sciopero della sete</strong>. Pannella, nel corso della conversazione di domenica scorsa, ha spiegato che ha deciso di deporre le armi della nonviolenza, ma ha anche rivolto un appello affinché questa battaglia prosegua.
    0:05 Durata: 3 min 15 sec
  • Lettura dell'artico presente su radioradicale. it di Roberta Jannuzzi

    0:09 Durata: 2 min 6 sec
  • Pieruligi Battista, giornalista de "La Stampa" (intervista di Roberto Spagnoli)

    <br><strong>Ancora sulla vicenda del potere di grazia del Capo dello Stato</strong>, ieri il ministro Castelli ha affermato: credo sarà la consulta a decidere. ma non è mancato il teatrino di dichiarazioni sulla grazia, il governo, Berlusconi, Sofri, la domanda, il terrorismo e gli anni di piombo. Ieri della questione si è occupato Giulio Anselmi, con un editoriale su repubblica dal titolo «un cattivo spettacolo». Cattivo spettacolo sarebbe stato quello dato da Pannella che - a giudizio del giornalista - avrebbe generato «confusione» in una situazione nella quale - sempre a giudizio di Anselmi - «fino a pochi giorni fa Castelli sembrava piuttosto isolato, circondato da giuristi che ritenevano la sua firma un atto dovuto». Anselmi ha dimenticato di scrivere che quei giuristi non sono stati certo cercati dal suo quotidiano, o da altri, ma da questa emittente. e che l'avanzamento del dibattito sulla questione delle prerogative del capo dello stato, il dibattito sulla eventualità di un ricorso davanti alla consulta, il dibattito sulla natura della controfirma non ci sarebbero state senza l'azione politica di Pannella. che invece, secondo Anselmi, ha fatto «confusione». Sull'articolo di Anselmi e sulla questione del potere di grazia abbiamo intervistato Pierluigi Battista .
    0:12 Durata: 3 min 27 sec
  • Il commento di Iuri Maria Prado

    0:15 Durata: 2 min 56 sec